Uccisa da un proiettile vagante Trinity, la figlia quindicenne di Tyson Gay

Tragedia nel mondo dello sport Usa. La figlia quindicenne dello sprinter americano Tyson Gay, campione del mondo dei 100 e 200 nel 2007 ad Osaka, è stata uccisa da un proiettile vagante nel parcheggio di un ristorante fast food, dove alcuni uomini a bordo di due auto si erano scambiati colpi di arma da fuoco.

a-gaysprinter
La triste notizia è stata diffusa dalla polizia del Kentucky. La ragazza, che aveva seguito le orme paterne e praticava l’atletica, si chiamava Trinity.
La ragazza (nella foto in basso e in apertura col apdre), seguendo le orme del padre, era una promettente velocista: in maggio era stata quarta nei 100 e quinta nei 200 ai campionati del Kentucky per atleta della sua età. Il decesso è stato confermato dal coroner della Contea di Fayette.

a-trinity

Tyson in agosto frazionista alle Olimpiadi

Tyson Gay nell’agosto scorso era stato frazionista della staffetta veloce Usa in gara all’Olimpiade di Rio. Sui 100, personale di 9″69, solo Usain Bolt vanta un tempo migliore.

 

Lo sprinter sgomento

“Non ce l’ha fatta – commenta senza avere parole, mentre sta per salire su un aereo che dalla California, dove fa base, lo condurrà a Lexington – sono così confuso. La scorsa settimana, approfittando del break scolastico, eravamo stati insieme, è una cosa pazzesca. Non ho idea di cosa sia successo”. Due passeggeri della Dodge Charger coinvolta nella rissa sono stati fermati e sono sotto inchiesta.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto