Da oggi tour de force fiscale: 192 adempimenti, poche le proroghe

Scatta oggi, mercoledì 16 settembre, il tour de force del fisco per imprese e professionisti, che si troveranno a dover onorare 187 versamenti, di cui 13 posticipi provocati dal Covid-19, 2 comunicazioni e 3 adempimenti, per un totale di 192 scadenze. “Una giornata campale – afferma l’Ufficio studi della Cgia di Mestre (Venezia) – che metterà a dura prova la tenuta finanziaria di tantissime imprese, soprattutto di piccola dimensione”.

Le principali scadenze

Non tutte le 192 scadenze andranno subito rispettate, tuttavia la giornata sarà molto impegnativa, soprattutto dal punto di vista economico, e la quota da versare all’erario sarà molto impegnativa. Tra le principali scadenze, in particolare, l’Iva, i contributi previdenziali, l’Ires, l’Irap e il saldo/acconto Irpef (queste ultime per coloro i quali hanno optato per la rateizzazione).

Le rateizzazioni

Sono 13 i pagamenti sospesi in questi ultimi mesi, a seguito della crisi sanitaria da Covid-19. Con il decreto di agosto (in fase di conversione di legge) è prevista un’ulteriore parziale proroga: il 50% si può versare in un’unica soluzione entro il 16 settembre o in quattro rate mensili di pari importo, di cui la prima sempre domani; il restante 50% si può rateizzare al massimo in 24 rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata dal 16 gennaio 2021.

“Il sistema deve essere più equo”

Per il segretario della Cgia, Renato Mason, “aspettando che arrivino i soldi del Recovery Fund, il governo ha l’obbligo dimettere mano al sistema fiscale e renderlo più giusto ed equo. Solo con una tassazione a livello europeo possiamo porre le basi affinché il nostro settore produttivo possa confrontarsi ad armi pari con i concorrenti stranieri”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto