Pavia: bambina di 5 anni maltrattata, tolta dal Tribunale ai genitori

È mondo anche questo (anche se si tratta di un brutto mondo). Una bambina di cinque anni, residente in provincia di Pavia, è stata tolta (con un decreto provvisorio del Tribunale per i Minori di Milano) alla potestà dei suoi genitori.

Il provvedimento è stato adottato dopo che nei giorni scorsi, al pronto soccorso pediatrico del Policlinico San Matteo, erano state scoperte dai medici scottature e lividi in diversi parti del suo corpo. A darne notizia è il quotidiano “La Provincia pavese” (in basso un’immagine della prima pagina con la notizia in apertura).

La bambina era stata portata in ospedale dalla mamma per problemi intestinali. Ma durante la visita, i medici hanno notato lividi e bruciature. La bimba è stata quindi ricoverata in Pediatria per essere sottoposta ad ulteriori accertamenti.

La mamma ha affermato che le ferite sarebbero state provocate da una caduta in bici: ma la sua spiegazione non ha convinto i medici, che hanno avvisato gli assistenti sociali che, a loro volta, si sono subito messi in contatto con il Tribunale per i Minori. I giudici hanno disposto l’allontanamento provvisorio della bambina dai suoi genitori e l’affidamento in una struttura protetta, in attesa di ulteriori approfondimenti.

Il padre e la madre della bambina (che non potranno incontrare loro figlia durante l’indagine) si sono rivolti ad un legale per opporsi al provvedimento del Tribunale per i Minori.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto