Caldo torrido? Vai con pesce e vitamine: ecco 3 ricette

Che il freddo sia andato in letargo ce ne siamo accorti già da un po’. Per di più, l’estate è esplosa anzitempo, portando nell’aria afa e calura spesso fastidiose da sopportare.

Ancora una volta l’alimentazione ci viene in aiuto per contrastare gli effetti negativi del caldo, mantenendo il nostro corpo sempre ben idratato e vitaminizzato.

Vi proponiamo tre piatti appetitosi e semplicissimi da preparare, da gustare in un unico pasto oppure singolarmente: a quest’ultima ipotesi si riferiscono le dosi indicate.

Pasta fredda con melanzane e pomodori

Ingredienti per 4 persone: 400 gr di pasta corta di semola di grano duro, 1 melanzana, 3 mozzarelle già sgocciolate, 250 gr di pomodori qualità “pachino”, 2 spicchi di aglio, sale, parmigiano e olio extravergine di oliva q.b..

Dopo aver lavato la melanzana e averla privata delle due estremità, la si taglia in piccoli dadini, da inserire – facendola insaporire mescolando per qualche minuto – in una pentola antiaderente nella quale si sono fatti rosolare nell’olio di oliva i due spicchi di aglio.

Spento il fuoco, si travasano in una terrina i dadini di melanzana, privati dell’aglio. A questo punto si versano nello stesso recipiente i pomodori “pachino” – precedentemente lavati e tagliati a metà – insieme alle mozzarelle tagliate a cubi e al sale. Nel frattempo si cuoce la pasta in una pentola d’acqua portata a ebollizione e salata. Quando si sarà raffreddata la si versa nella terrina contenente le verdure e il formaggio e si mescola accuratamente per amalgamare il tutto.

Per ottenere un piatto freddo ottimale si deve tenere la pasta condita in frigorifero per circa due ore, prima di servirla in tavola con un filo di olio di oliva e scaglie di parmigiano.

Tartare di salmone con sedano

Ingredienti per 4 persone: 500 gr di salmone affumicato, 700 gr di coste interne di sedano, 50 gr di granella di nocciole, olio extravergine di oliva e sale q.b.

Si lavano accuratamente le coste di sedano e le si pelano, quindi le si tagliano a cubetti, condendoli con sale e olio.

Anche il salmone viene tagliato a cubi.

Con l’aiuto di un bicchiere a largo diametro, si prepara il composto da servire sul piatto, formato da una prima base di sedano – premuto con il dorso di un cucchiaio –, da un cucchiaino di granella di nocciole e infine dal salmone, anch’esso ben premuto. Prima di servire il piatto si versa sul composto un filo di olio, guarnendo con qualche foglia di sedano.

 

Ghiaccioli di frutta allo yogurt (con frutta a scelta)

Ingredienti per 8 ghiaccioli: 220 gr di fragole, 140 gr di lamponi, 6 cucchiaini di zucchero, 45 gr di zucchero a velo, 300 gr di yogurt bianco greco.

Dopo aver lavato accuratamente la frutta da utilizzare si prendono due diverse pentole, una per ciascuna qualità scelta. Nella prima si versano le fragole con 3 cucchiaini di zucchero; nella seconda, i lamponi con i restanti 3 cucchiaini di zucchero. Si pongono quindi le pentole sul fuoco a bassa temperatura, per circa un minuto, mescolando e schiacciando fino a ottenere una composta succosa a pezzi. Le due composte così ottenute vengono fatte raffreddare in un recipiente. Nel frattempo si procede con la preparazione della crema di yogurt, ottenuta mescolando per qualche secondo lo yogurt greco con lo zucchero a velo, fino a ottenere un composto liscio.

Si procede quindi con la preparazione dei ghiaccioli, utilizzando, per esempio, i bicchierini da caffè.

In ciascuno di essi viene versato dapprima un cucchiaino di yogurt, quindi uno abbondante di una delle due composte (oppure mezzo cucchiaino di entrambe). Si aggiungono poi due cucchiaini di yogurt e due di composta di frutta, fino a coprire metà bicchierino.

Dopo aver eliminato l’aria sbattendo delicatamente i bicchierini sul tavolo, questi ultimi vengono posti in freezer per almeno 6 ore. Prima di servire i ghiaccioli, occorre lasciarli a temperatura ambiente per qualche minuto.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto