Alla prova il farmaco che ripara subito i tessuti

È straordinaria la scoperta di un gruppo di ricercatori americani della Case Western Reserve e dell’Ut Southwestern Medical Center. Il gruppo di scienziati hanno trovato una molecola in grado di riparare i tessuti danneggiati, una sorta di medicina “miracolosa” che in pochi secondi fa tornare tutto come prima.

 

Ripara danni al colon, fegato e midollo
Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Science. Il nuovo farmaco, detto Sw033291, si è dimostrato capace di riparare danni a colon, fegato e midollo osseo in modelli animali, arrivando anche a salvare la vita di topi che altrimenti sarebbero morti.

 

Una molecola prodotta naturalmete
L’efficacia rivoluzionaria del nuovo farmaco è dovuta a una molecola prodotta naturalmente dall’organismo: la prostaglandina E2 o Pge2, che agisce come una vera e propria “vitamina” per le cellule staminali. Il medicinale guarisce danni in diversi tipi di tessuti, stimolandone la ricrescita in tempi molto più rapidi. Una tale prospettiva, osservano gli autori dello studio, suggerisce potenziali applicazioni nel trattamento di molte malattie.

 

Un composto potente
Secondo i ricercatori americani, la quantità di Pge2 nel corpo viene ridotta dall’azione di un gene, denominato deidrogenasi 15 idrossiprostaglandina (15-Pgdh). La “chiave” per riportare la quantità di prostaglandina a livelli soddisfacenti, quindi, è inibire questo gene. Scansionando un data base di 230.000 differenti molecole, gli esperti ne hanno identificata una che si è rivelata in grado di inattivare il 15-Pgdh. In questo senso il composto Sw033291, che agisce in un modo incredibilmente potente, si configura come una componente promettente per lo sviluppo di nuovi farmaci.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto