Reggio Emilia: conversazioni sul cibo con Rhona Richman Kenneally

Il cibo è conversazione. E non solo. Parola di Rhona Richman Kenneally, la professoressa ed ex presidentessa del dipartimento di design e computation arts alla Concordia University di Montreal chiamata dall’università di Modena e Reggio Emilia a intervenire all’interno del master internazionale di secondo livello “Food innovation program” per parlare di “Home as a foodscape, and the future of food”, la casa come un panorama per il cibo e il futuro del cibo. Ci si concentra dunque su temi che Richman Kenneally ha già affrontato nel suo percorso accademico e che tendono a studiare il rapporto tra persone e alimentazione, spazio e materia, concentrandosi soprattutto sulla casa come luogo di consapevolezza per le attività connesse al cibo.

Ha creato gruppi di studio interdisciplinari

Nel presentare l’evento, in programma domani, 17 giugno, a partire dalle 18 presso l’Officucina di Reggio Emilia (via Spallanzani 1), si scrive infatti che l’accademica anglosassone “ha dato vita a un gruppo di ricerca sul cibo alla Concordia University di Montreal, che riunisce docenti e studenti provenienti da diversi dipartimenti di scienze umane, scienze sociali e scienze naturali, ai fini del coinvolgimento interdisciplinare. Attualmente sta lavorando a un libro sull’impatto delle nuove tecnologie (come l’elettrificazione) nella metà del XX secolo in Irlanda, e a un numero speciale della rivista internazionale di cui è redattore Canadian Journal of Irish Studies”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto