Vittorio Taviani: funerali privati poi sarà cremato

È morto, ieri a Roma, il grande regista Vittorio Taviani. Aveva 88 anni.

Vittorio Taviani con il fratello Paolo ha firmato tanti capolavori della storia del cinema italiano da “Padre Padrone” (Palma d’oro a Cannes nel ’77) a “La Notte di San Lorenzo” a “Kaos” fino a “Cesare deve morire” (Orso d’oro a Berlino). Lo annuncia all’Ansa una delle figlie, Giovanna.

Qui il trailer di Padre padrone, un film del 1977.

Il corpo verrà cremato, nessuna camera ardente

Per volontà della famiglia non ci saranno né camera ardente né funerali. Il corpo del regista, per sua disposizione, sarà cremato in forma strettamente privata.

Vittorio Taviani era nato a San Miniato, in provincia di Pisa, il 20 settembre del 1929. Con il fratello Paolo, di due anni più giovane (nella foto qui sopra con Vittorio), aveva scritto alcune delle pagine più significative del cinema italiano. Due maestri che fin dagli anni Sessanta non hanno mai perso di vista, e hanno raccontato, la realtà, la storia, le sofferenze dell’Italia.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto