Calvizie: è colpa di 287 geni (e sono ereditati quasi tutti dalla mamma)

La calvizie, colpisce circa il 70% degli uomini, è più complessa del previsto: i geni che la provocano non sono infatti una manciata, come si credeva, ma ben 287, in buona parte ereditati dalla madre. La scoperta, che potrà aiutare a stabilire se e quanto un uomo rischia di perdere i capelli, è pubblicata sulla rivista Plos Genetics. Lo studio è stato condotto su 52.000 uomini dal gruppo dell’università britannica di Edimburgo coordinato da Saskia Hagenaars e David Hill.

In commercio test genetici

“Il nostro studio”, ha spiegato all’Ansa Riccardo Marioni, dell’università di Edimburgo e uno degli autori, “è il più grande lavoro genetico per la comprensione della calvizie maschile e non ci stupisce il fatto di aver trovato così tanti geni associati a il problema”. A oggi esistono già in commercio test genetici per prevedere la possibile caduta di capelli ma, come spiegano i ricercatori, si deve lavorare ancora molto prima di poter fare accurate previsioni sulle singole persone.

“Risultati delle banche dati genomiche”

“Traguardi come questi sono molto interessanti ed erano impesanbili fino a pochi anni fa”, ha osservato Stefano Gustincich, dell’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit). “Sono stati resi possibili solo grazie alla creazione di banche dati genomiche molto grandi, alla sempre maggiore ‘finezza’ degli studi, e all’abbattimento dei costi del sequenziamento del Dna”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto