Una Moka con le ceneri del suo “inventore” per l’addio a Renato Bialetti

Non un feretro tradizionale, ma una moka, di quelle con l'”ominio con i baffi” divenute celebri in tutto il mondo. C’era questa davanti all’altare per i funerali di Renato Bialetti, celebrati a Casale Corte Cerro, e dentro le sue ceneri. Un simbolo per dire addio, martedì 16 febbraio, all’imprenditore che ha sovrapposto la sua immagine a quella del caffè in moka e dell’idea di marketing che dagli anni Cinquanta è rimasta scolpita nella mente degli italiani e che negli anni Settanta divenne protagonista anche di alcuni Carosello.

aaamokaceneri

È morto Renato Bialetti, il papà della Moka (aveva 93 anni): le notizie dell’11 febbraio 2016

È morto ad Ascona, nel Canton Ticino, Renato Bialetti, considerato il papà della caffettiera Moka. Aveva 93 anni ed era conosciuto come “l’omino coi baffi”, quello della celebre pubblicità televisiva di Carosello degli Anni Cinquanta e Sessanta.

 

aaaomino

L’azienda era sata ceduta alla Faema nel 1986

Vissuto ad Omegna e cresciuto nell’azienda di famiglia fondata dal padre, Bialetti nel 1986 aveva ceduto l’azienda che porta il suo nome alla Faema, ma era tornato a Omegna nel 2013 in occasione dell’80° anniversario della Moka.

 

Fu inventata dal padre nel 1933

Fu suo padre Alfonso, ad inventarla, nel 1933. Quell’oggetto tutto italiano e a suo modo assolutamente innovativo è diventato un’icona in tutto il mondo. La Moka, intesa come oggetto di design, è esposta come un’opera d’arte al Moma di New York e alla Triennale di Milano.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto