Pneumatici termici: da oggi sono obbligatori, multe per chi non si adegua

È partito il conto alla rovescia per gli automobilisti: da oggi, giovedì 15 novembre, e per i successivi 5 mesi, tutte le auto dovranno avere pneumatici invernali (o almeno le catene a bordo) per poter circolare evitando sanzioni e multe (si parte da 41 euro nei centri abitati, 84 al di fuori, fino a oltre 300 euro in autostrada e addio a tre punti della patente).

Questione di aderenza

Il cambio delle gomme nella stagione invernale è legato non soltanto alla neve, ma anche alle temperature e alle condizioni di strada e asfalto. Temperature gelide, infatti, abbassano la tenuta e l’aderenza delle gomme estive mentre i pneumatici invernali sono sviluppati e testati proprio in modo tale da aumentarla.

Battistrada e componenti

A livello di battistrada, le differenze stanno innanzitutto nelle cosiddette “mescole” (diverse miscele di vari tipi di gomma). Si aggiungono le lamelle e gli incavi longitudinali, che servono proprio per aumentare la tenuta e favorire l’espulsione dell’acqua dall’impronta del battistrada, evitando fenomeni di scivolamento e acqua planing.

Le gomme “all season”

Un buon compromesso tra gomme estive e invernali è il cosiddetto pneumatico “all season”: si usa tutto l’anno, appunto, ed è consigliato a chi utilizza “l’auto principalmente in città, per viaggi brevi e in situazioni meteorologiche non estreme come in montagna.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto