Brexit: la Gran Bretagna se ne va “morbidamente”, via libera a Theresa May

È fatta, o quasi. Il governo britannico ha deciso “collettivamente” di adottare la bozza d’accordo sulla Brexit definita a Bruxelles.

Lo ha annunciato, ieri sera, la premier Theresa May dopo 5 ore di riunione con i suoi ministri, precisando che non è stata una decisione “leggera”, ma difendendo il testo come il migliore possibile “nell’interesse nazionale”. Secondo May, la bozza consentirà a Londra di “recuperare il controllo”, mentre l’alternativa sarebbe stata “tornare alla casella numero 1” e rischiare di non attuare il mandato referendario.

 

Questa mattina l’incontro con il presidente del consiglio europeo

Questa mattina prima delle 8 il capo negoziatore Ue per la Brexit Michel Barnier incontrerà il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk per informarlo dei “progressi decisivi” fatti sull’accordo di addio.

 

La convocazione del vertice a 27

Questo apre la strada per la convocazione del vertice Ue a 27 per dare l’ok all’intesa sul ritiro ordinato della Gran Bretagna dall’Ue. Barnier non ha fatto date, ma quella finora ipotizzata dal premier irlandese è per domenica 25 novembre. Barnier, dopo aver visto Tusk, andrà a Strasburgo dove il Parlamento europeo è riunito in plenaria per informarlo degli ultimi sviluppi. È infatti necessario anche l’ok dell’Aula per avallare l’accordo sulla Brexit.

 

 

I passi avanti del 14 novembre

Londra e Bruxelles – secondo l’Agenzia Adnkronos – hanno raggiunto un accordo provvisorio sul testo del trattato che regolerà l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Lo riferiscono il “Financial Times” e la “Bbc”.
La premier Theresa May ha convocato per oggi una riunione di governo straordinaria per sottoporre l’accordo al giudizio dei suoi ministri.

May dovrà ora superare l’ostacolo di un governo e di una maggioranza divisi sull’esito del negoziato. In particolare, sulla questione del confine irlandese, che a lungo è rimasto il tema più spinoso sul quale raggiungere un compromesso.

 

Un accordo tecnico approvato dai negoziatori

Il testo provvisorio dell’accordo, riporta la “Bbc” citando fonti del governo di Londra, è stato approvato a livello tecnico dai negoziatori britannici ed europei, al termine di un’intensa trattativa. Il ‘Sun’ riferisce che in vista della riunione di governo di mercoledì, ciascun ministro è stato convocato questa sera per un colloquio individuale con la premier.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto