Baviera: crollano i centristi alleati della Merkel, boom dei Verdi

Risultato storico in Baviera. Stando alle prime proiezioni e agli exit poll, divulgati dalla rete Ard, la Csu – il partito centrista alleato della Merkel – stando alle ultime proiezioni pubblicate dall’emittente tv Ard alle 19.57 di ieri sera – crolla al 37,3%, l’Spd il 9,5%, i Freie Waehler l’11,6%, boom dei Verdi al 17,8%, l’ultradestra di Afd il 10,7% e i Liberali il 5. Resta fuori dal Parlamento la sinistra della Linke.

“Un risultato storico”. Queste le parole di Katharina Schulze (nella foto qui sopra e col leader del partito bavarese in alto).

Robert Habeck, leader federale del partito ha invece ammonito: “Gli elettori hanno dato un segnale chiaro, non si può andare avanti così”, ha affermato parlando a Ard.

La Cdu si candida a governare ancora

“Un risultato amaro, ma abbiamo un chiaro mandato a governare”, ha detto ilsegretario generale della Csu, parlando alla tv Ard, subito dopo gli exit poll. “Non è un giorno facile della Csu, e questo è un risultato doloroso. Lo accettiamo e ci confrontiamo. Lo analizzeremo. Ma una cosa è chiara: non solo siamo il partito più forte, ma abbiamo anche un chiaro mandato a governare”, ha spiegato il candidato presidente della CsuMarkus Soeder. “Adesso bisogna costruire un governo stabile per la Baviera”, ha aggiunto.

“Parleremo con tutti i partiti. Non tratteremo con Afd”, ha anche spiegato Markus Soeder. Soeder ha poi affermato che “le liti non hanno aiutato” e che bisogna adesso andare avanti “con spirito costruttivo e maggiore ottimismo”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto