Napoli: brucia la casa, muore lanciandosi nel vuoto

Sant’Antonio Abate, grosso borgo di Napoli: una donna di circa 50 anni, della quale non si conoscono ancora le generalità, è morta stanotte, lanciandosi dal terzo piano nel tentativo di sfuggire a un incendio divampato nello stabile in cui risiedeva. È accaduto intorno alle 4.30 della scorsa notte in vico Lorenzo Giustiniani, stretta stradina della zona del borgo.

 

 

Non chiarite le cause del rogo
Non sono ancora chiare le cause del rogo, che si è esteso in breve tempo. Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco.
Sul posto è intervenuta la polizia di Stato. Inutili i soccorsi per la cinquantenne, che è deceduta nell’impatto al suolo.

Nel vicolo gli edifici sono uno accanto all’altro, quindi l’incendio ha danneggiato anche uno stabile vicino. In attesa delle verifiche di agibilità, le 15 famiglie residenti nelle due palazzine d’epoca sono state sgomberate.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto