Como: assassinato il sacerdote degli ultimi, si è costituito l’aggressore

Un prete di 51 anni, don Roberto Malgesini, è stato accoltellato e ucciso alle 7 di oggi, martedì 15 settembre, a Como in piazza San Rocco. L’aggressione è avvenuta sotto la casa dove il sacerdote, che era originario della Valtellina ed era noto per il suo impegno a favore dei migranti e degli ultimi. Inutili i soccorsi: quando don Roberto è stato ritrovato era disteso per terra con una profonda ferita di arma da taglio e i sanitari arrivati sul posto ne hanno solo potuto constatare il decesso.

Si cerca il movente

L’omicida si è costituito ai carabinieri, è un senzatetto. Non lontano dal luogo dell’omicidio è stata anche ritrovata l’arma del delitto. Gli investigatori stanno anche cercando di capire i motivi dell’aggressione. Sul posto lavora la scientifica ed è arrivato anche il vescovo di Como, Oscar Cantoni. Da anni don Roberto era il coordinatore del gruppo di volontari che portano ogni mattina un tè caldo o qualcosa da bere ai senzatetto della città.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto