Temporali e grandine: maltempo al Nord e in Emilia

Non è finita col maltempo. Un’intensa perturbazione atlantica, pilotata dal flusso umido occidentale più fresco, approfittando delle debolezze di un anticiclone estivo quantomai indebolito e percosso da più di una insidia, raggiungerà e valicherà le Alpi nel corso della notte tra Domenica 14 e Lunedì 15 Luglio, raggiungendo gran parte del CentroNord in avvio di settimana, con fenomeni che in anche eclatanti.

 

Temporali in Piemonte e nel Centro-Nord

Sulla base delle nostre elaborazioni matematiche, col supporto del Centro Europeo e con la valida preziosa consultazione delle mappe del Centro Meteo Lamma-Toscana, possiamo annunciare che temporali di forte intensità colpiranno il Piemonte, specie Cuneese e astigiano fino all’alessandrino, la Lombardia tutta, la Liguria sopratutto Centrale e di Levante e Genova e sul savonese, l’EmiliaRomagna sopratutto le province di Piacenza-Parma e fino a Reggio Emilia , Bologna, e Ferrara sin sul ravennate, ma soprattutto tutta la Toscana fino all’Umbria: in particolare sulle coste della Toscana e attorno all’Elba possiamo prevedrebbe fino a 100litri di pioggia su metro quadro, grandine e colpi di vento e allo stato attuale non possiamo escludere neppure la formazione di trombe marine, fenomeni tanto rari quanto ahinoi affascinanti ma pericolosi.

 

 

Il meteo dell’ultimo weekend

Non è ancora finita. Dopo la grandine e i nubifragi delle ultime ore, è in arrivo una nuova ondata di temporali. Nel weekend, infatti, un’incursione dalla Russia porterà altro maltempo ancora una volta sulle Regioni adriatiche a partire dal Nord-Est.

“Nel corso del fine settimana”, fanno sapere gli esperti del sito IlMeteo.it, “un afflusso di correnti instabili in discesa dall’Europa nord-orientale provocherà un deciso e rapido peggioramento del tempo su alcuni settori dell’Italia”.

Si inizia nelle prime ore

Già dalle prime ore della mattina di sabato 13 luglio aumento delle nubi al Nord-Est con violenti temporali che colpiranno in particolare Veneto, Friuli Venezia Giulia e Romagna. Col passare delle ore, il maltempo scivolerà verso Sud investendo i settori adriatici tra Marche, Abruzzo e Molise.

A rischio le coste marchigiane

In particolare, avvertono gli esperti, “sulle coste marchigiane saranno possibili eventi meteo localmente estremi come nubifragi e grandinate accompagnati da forti colpi di vento. Sul resto del Paese prevalenza di sole”.

La situazione domenica

Per la giornata di domenica 14 luglio, “il fronte instabile farà sentire i suoi effetti sulle regioni del Sud con ancora possibili rovesci localizzati tra Puglia, Campania, basso Lazio e Calabria. Altrove le condizioni meteo sono previste in deciso miglioramento con il ritorno del sole e un aumento generalizzato delle temperature”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto