Nizza: ritrovato neonato grazie a Facebook, bimbi soli nelle caserme

Miracolo a Nizza durante il terrore dell’attentato. Una donna originaria del Madagascar, dopo l’inizio dell’attentato, ha lanciato su Facebook un appello disperato per chiedere notizie di un neonato di appena otto mesi, il nipotino.

aaaaneonatosparito

“Alcune persone lo avevano trovato e portato a casa loro”

Il bambino era in una carrozzina blu andata persa durante i movimenti di panico della folla. Nel giro di poche ore, la donna ha scritto di nuovo sul social network: “Alcune persone lo avevano trovato e portato a casa loro”. Facebook fondamentale per ritrovarlo e lei ha aggiunto, a lettere maiuscole: “Sta bene”.

Portati alla polizia i piccoli non accompagnati

Nelle caserme di polizia ci sono altri bambini dispersi e si sta lavorando per individuare le famiglie. Su Twitter è stato attivato un altro hashtag, #RechercheNice, per cercare gli scomparsi non ancora ritrovati.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto