“Mi ha stuprata”: arrestato ex assessore all’Ambiente della giunta di Letizia Moratti

Si conoscono da una vita e sono stati anche compagni di classe. Lei gli ha lanciato un sos chiedendo aiuto perché, per via del lockdown, il suo lavoro da imprenditrice non andava più bene. Un problema di cui hanno parlato davanti a un drink e che avrebbero dovuto continuare ad affrontare a cena. Ma invece quella che avrebbe dovuto essere una serata tra vecchi amici si è trasformata in un dramma.

La donna è stata aggredita e stuprata da un uomo di cui si fidava e lui finito in cella a san Vittore. Paolo Massari (nella foto), 55 anni, ex assessore all’Ambiente del Comune di Milano della giunta guidata da Letizia Moratti e attualmente giornalista televisivo, è stato arrestato nella notte tra sabato e domenica nella sua abitazione milanese con l’accusa di violenza sessuale.

 

Soccorsa poco prima delle 22

A denunciarlo è stata la donna, sua coetanea e con cui ieri sera aveva organizzato una serata per discutere di lavoro. La donna è stata soccorsa attorno alle 21.45 dalle volanti mentre nuda in strada, in via Nino Bixio, chiedeva aiuto.

È stata portata alla Mangiagalli, dove i medici hanno accertato la violenza subita. L’imprenditrice ha raccontato quello era accaduto.

 

Due brutti precedenti

Massari nel 2010 venne costretto a lasciare il suo incarico a Palazzo Marino, in seguito a due lettere inviate all’allora sindaco Moratti in cui una funzionaria del Consolato Norvegese e un impiegata di Palazzo Marino denunciavano di aver subito molestie dell’esponente politico (ma non sporsero mai querela e quindi non venne aperta alcuna indagine), nonostante lui avesse ripetuto di non essere “un violentatore”. Questa volta invece è stata avviata una inchiesta e ora spetterà al gip convalidare la richiesta di arresto che in queste ore il pm di turno Donata Costa sta predisponendo.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto