Fuga di gas sui Navigli: migliora la bimba di 7 anni in gravissime condizioni

Piccoli miglioramenti “dal punto di vista cutaneo” per una delle 2 bimbe coinvolte nell’esplosione di via Brioschi a Milano, avvenuta domenica scorsa. La bambina, 7 anni, è la più piccola delle 2 ricoverate e ha ustioni al 40-45% di arti e volto. Le sue condizioni erano quelle che preoccupavano di più i medici del Centro grandi ustionati del Niguarda.

Stabili le condizioni del padre e dell’altra bimba

Nello stesso ospedale è ricoverato anche il padre che, come riporta il bollettino medico, è in condizioni stabili. Ieri è stato sottoposto a un intervento di omoinnesto, ovvero un trapianto di cute da donatore. “Allo stato attuale, non sono previsti altri interventi”, confermano gli specialisti. Stabili anche le condizioni della bambina più grande, che ha riportato ustioni sul 20% circa di arti e volto.

Fuga di gas ai Navigli: 3 morti, gravissima una bambina di 7 anni, le notizie del 12 giugno 2016

Sono almeno tre le vititme della palazzina esplosa stamattina ai Naviglia, a Milano, per una probabile fuga di gas. La palazzima è in via Brioschi, in zona Navigli a Milano. Ma, oltre i tre morti, sono state gravemente ustionate due sorelline di 7 e 11 anni, che  ora sono ricoverate all’ospedale Niguarda. Fra le vittime anche la madre delle bimbe, una donna di 43 anni, mentre risulta ferito il padre di 51.

aaaaaa-micaele

aaaaaaaaa-navigli

La signora morta si chiamava Micaela Masella (nella foto) ed era la direttrice delle relazioni esterne del teatro Carcano. La figlia di 7 ammi è in condizioni gravissime, perché ha riportato ustioni sul 45% del corpo. Le altre due vittime avevano 27 anni: uno era uno studente marchigiano a Milano per un master e una ragazza della stessa zona che lavorava come commessa da Zara. Pare che lo scoppio sia avvenuto nell’appartemento in cui questi due ragazzi erano ospiti e che abbia poi travolto quello della famiglia delle due bimbe, distruggendolo completamente.

Il bilancio dovrebbe essere di 9 feriti.
Lo scoppio ha provocato il crollo della parte interna all’edificio e affaccia sul cortile di un palazzo più ampio, vi si accede da via Portoferraio. L’esplosione è avvenuta attorno alle 8.45 mentre molti abitanti dell’edificio erano ancora in casa. Sul posto sono accorse numerose squadre dei vigili del fuoco e ambulanze. Lo scoppio ha provocato il crollo di una parte del’edificio.

 

aaaaaa-naviglidue

Il crollo alle 9,45 con molte persone in casa

aaaaaa-naviglitre

La parte crollata é interna all’edificio e affaccia sul cortile di un palazzo più ampio e vi si accede da via Portoferraio. Il botto è avvenuto attorno alle 8,45 mentre molti abitanti dell’edificio erano ancora in casa.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto