Roberta Vinci: “Non è più tempo di diritti e rovesci, stacco la spina e penso ad altro”

“Grazie a tutti, ma da domani sarò in vacanza”: una Roberta Vinci decisamente commossa e con qualche lacrima slautsa il tennis, mentre il presidente della Federazione italiana tennis le consegna 21 rose rosse, una rosa per ogni anno di carriera.

Poi Roberta lascia il campo del Foro Italico e va ad abbracciare la mamma e il padre che l’ha avviata al tennis.

Roberta ha vinto in carriera su tutte le superfici: erba, terra battuta, cemento, unica in grado di vincere ovunque.

Una carriera straordinaria

La tarantina, 35 anni, ha chiuso a Roma la sua straordinaria carriera: la pugliese, numero 168 Atp, ha vinto il primo set per 2-6, ma poi ha ceduto nettamente nel secondo e nel terzo: 6-0 6-3 per la Krunic, numero 45 Wta, in poco più di un’ora e mezza.

L’addio al Foro Italico

“Questo non è il tempo di parlare di dritti e di rovesci – dice Roberta dopo l’ultima sconfitta in una gara ufficiale -. Certo, avrei voluto vincere e dopo il primo set con la Krunic pensavo pure di farcela. Ma oggi davvero il risultato interessava poco. Volevo salutare la mia gente, volevo chiudere qui altrimenti avrei smesso già l’anno scorso. In fondo sono arrivata al Foro Italico molto stanca, sembrava quasi che questo torneo non volesse mai materializzarsi”. E allora già con le sensazioni: “Sono felice e molto emozionata. C’è un po’ di tutto dentro di me, un mix di sollievo, tristezza e felicità. Sono soddisfatta. Il risultato della mia carriera che pensavo impossibile? L’aver raggiunto la top 10.

C’è stato un momento in cui ero numero 11, davanti avevo la Bartoli che non giocava più eppure non mollava il ranking… Ecco, pensavo fosse destino, avevo il pallino della top ten e non ci riuscivo, poi alla fine ho centrato anche questo risultato. Ora smetto. Stacco la spina, mi sento come un alunno all’ultimo giorno di scuola. Ma non vado in pensione, farò altro. Cosa? Non è questo il momento di pensarci”.

L’ultimo appuntamento al Foro italico

L’appuntamento con gli Internazionali d’Italia per Roberta Vinci è alle 12,15. La tarantina si troverà di fronte la serba Alessandra Krunic, 25 anni, numero 46 del ranking mondiale della Wta (nella foto in basso).

Quello di Roma, come ha ribadito anche ieri, è l’ultimo torneo da professionista per la Vinci. E quella di oggi potrebbe anche essere la sua ultima partita ufficiale,

“È vero che mi ritiro: nessun ripensamento”: Roberta Vinci afferma che è giunto il momento di chiudere con il tennis, almeno a livello agonistico.

La campionessa, vincitrice in carriera di 10 tornei Wta e protagonista del doppio a lungo invincibile con Sara Errani, ha scelto gli Internazionali d’Italia per dare l’annuncio del suo addio alla racchetta.

“Non c’è un motivo particolare: stanchezza fisica, stanchezza mentale, voglia di fare altro. Era arrivato il momento di guardarsi dentro e di prendere delle decisioni”: spiega una delle stella del tennis azzurro.

E continua: “Del resto l’età avanza: si fa fatica ad allenarsi, a trovare nuovi stimoli. Ed il recupero dalla fatica diventa sempre più lungo”. Auguri e grazie, Roberta.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto