Pressing di Berlusconi su Salvini: “Rinuncia al governo con i 5Stelle”

Qualcosa è cambiato dopo la riabilitazione da parte del tribunale di Milano di Silvio Berlusconi, che ora potrà candidarsi alle elezioni. E lo si nota anche dalla nuova forza con cui l’ex presidente del Consiglio preme sul suo alleato, Matteo Salvini.

“Avevamo messo in guardia Salvini”, dice Gelmini (nella foto qui sopra con la Bernini e il leader di Forza Italia), “Salvini prenda atto dei rischi che sta correndo”, sottolinea il portavoce dei gruppi parlamentari azzurri Mulé, “la speranza è che chi deve riflettere, rifletta bene ed in fretta ed eviti ogni corresponsabilità”, rilancia Giacomoni, “io a questo punto dubito che ci sarà un governo “, prevede Brunetta. Da Forza Italia è partito una sorta di pressing che cresce col crescere delle difficoltà che stanno incontrando le due forze.

Un incontro segreto con Berlusconi?

Sotto traccia anche da Berlusconi che ha ripreso i contatti con l’alleato (si parla di un incontro ieri mattina) ed é soddisfatto perché sta emergendo quanto sia difficile il contratto che Salvini e Di Maio stanno cercando di stringere. Difficile per l’inaffidabilità, è il ragionamento del Cavaliere, dei Cinque stelle.

Berlusconi non si espone in prima persona, non fa alcun commento ma proprio per lo stallo in corso vede di nuovo la prospettiva delle urne e allontana per il momento i contrasti sorti nei giorni scorsi con Salvini.

La possibilità di elezioni anticipate

Se tornasse la possibilità delle elezioni anticipate il centrodestra si presenterebbe infatti compatto. E potrebbe facilmente – questa la tesi – ottenere quel 40% che serve per poter governare. È anche Giorgia Meloni (nella foto qui sopra)a invitare la Lega a mettere in conto questa eventualità: “Farei una riflessione prima di chiudere accordo con M5S”, dice la presidente di Fdi. In Fi l’auspicio è che se M5s e lega dovessero continuare a provare di formare un governo si vada sul leghista Giorgetti per la casella di palazzo Chigi. “Non vediamo come Salvini possa accettare un professore come Conte e non un profilo politico”, si ragiona nel partito.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto