Maestre “brutali” a Ravenna e Vicenza: sospese e denunciate (video)

Bimbi strattonati, calci alla cattedra quando gli allievi ridono, urla quando starnutiscono, violenze psicologiche come accesso negato al bagno ad una bimba con particolari necessità. Sarebbero i comportamenti tenuti da una maestra di 2 seconde elementari di una scuola ravennate, che hanno portato i genitori a interessare della situazione il provveditorato e anche la questura.

L’intervento della dirigente scolastica

Mamme e papà erano decisi a far disertare le lezioni ai figli, se la scuola non fosse intervenuta immediatamente. La dirigente scolastica li ha incontrati, comunicando che la maestra non tornerà in classe. Lo riferisce il Corriere di Ravenna.

Topicida usato come gioco in mensa

L’ultimo episodio pochi giorni fa, quando gli alunni hanno trovato una scatolina di pesticida anti-formiche e ci hanno giocato in mensa tra i piatti, mentre la maestra, a pranzo con loro, non si sarebbe accorta di nulla. A intervenire è stato il personale della mensa, che ha messo i bimbi in sicurezza e ha segnalato l’episodio.

A Vicenza sputi per “educare”

Una sospensione anche a Vicenza, dove una maestra d’asilo – filmata a sua insaputa dai carabinieri (sotto il video) – prendeva a sputi un bambino. Questa volta l’insegnante, che ha 60 anni, è stata allontanata per 5 mesi e per lei è arrivata una denuncia per maltrattamenti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto