La Spezia: a 83 anni uccide la moglie con un tagliere e si costituisce

Ha ucciso la moglie con un tagliere di legno dopo una lite scoppiata per problemi economici, poi è andato dai carabinieri e si è costituito. A compiere l’omicidio un uomo di 83 anni, Loreno Ruffini, mentre la moglie, Rosanna Fortunato, ne aveva 79. È accaduto nella prima mattinata di oggi, mercoledì 15 febbraio, alla Spezia, nel quartiere Rebocco.

La lite durante la colazione

La lite mentre la coppia stava facendo colazione nella casa dove vive. Sul caso stanno investigando i carabinieri del nucleo investigativo del reparto operativo e della Compagnia della Spezia, coordinati dal pubblico ministero di turno, Maurizio Caporuscio.

Le vicine: “Affiatati, un fatto inspiegabile”

“Ho sentito delle urla”, ha detto una vicina, “poi dopo qualche minuto è arrivata l’ambulanza, ma non credevo fosse accaduta una tragedia simile”. Un’altra aggiunge: “I rapporti erano buoni, mai uno screzio, li vedevo sempre assieme ed erano affiatati, lui era molto attaccato alla moglie e alla famiglia. Per me Rosanna era come una sorella. Quando ho visto l’ambulanza credevo a un malore, non a una tragedia simile. Una donna forte, entusiasta della vita. Non immaginavo che ci fossero problemi”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto