Ariano Irpino: aveva una relazione con la moglie, lo uccide a coltellate

Un quarantenne è stato arrestato dai carabinieri in provincia di Avellino con l’accusa di aver ucciso a coltellate un trentanovenne di origini albanesi.

L’omicida – a quanto si è saputo – sospettava che la vittima avesse una relazione con la moglie: i due si sarebbero dati appuntamento per un chiarimento in un parcheggio, ma poi la situazione sarebbe degenerata fino all’omicidio.

 

La vicenda è ancora difficile da ricostruire

 

La vittima, H.T. era residente Troia nel foggiano, è stato ucciso a coltellate da un quarantenne di Montaguto, che è stato arrestato dai Carabinieri di Ariano Irpino. Il movente sarebbe legato a motivi passionali.

L’omicidio nella notte in un parcheggio di Ariano Irpino, vicino alla Statale 90. L’omicida, un agricoltore, sospettava una relazione tra la vittima e la moglie. Indagini in corso da parte dei carabinieri.

Quando sono arrivati i militi, anche la moglie dell’omicida era presente; si tratta di una donna di Montaguto che svolge l’attività di cameriera. Non è chiaro se i presunti amanti fossero stati sorpresi o se la coppia di coniugi abbia incontrato l’albanese per un chiarimento degenerato poi nell’omicidio.

Il corpo della vittima è presso l’ospedale di Benevento, sono previsti gli esami autoptici. L’agricoltore, che aveva provato la fuga in auto alla vista dei carabinieri, è stato arrestato con l’accusa di omicidio e si trova nel carcere di Ariano Irpino.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto