Strasburgo: è morto Antonio Megalizzi, il giovane giornalista in coma

È morto il giornalista italiano Antonio Megalizzi, 29 anni, rimasto ferito martedì sera nell’attentato al mercatino di Natale di Strasburgo. Lo apprende l’Agenzia Ansa da fonti francesi.

Antonio Megalizzi, il giovane giornalista radiofonico italiano (nelle foto in apertura e in basso), era originario di Trento ed è stato colpito d aun proiettile mortale di Strasburgo. Lo apprende l’Agenzia Ansa da fonti qualificate.

Il giovane è stato dichiarato subito inoperabile. Stasera la tragcia conclusione.

 

Condizioni gravissime da subito

Col passare delle ore è arrivata la conferma che le condizioni del giornalista italiano sono gravissime: è stato ferito alla testa da un proiettile durante l’attentato di Strasburgo. L’italiano, apprende l’Agenzia Ansa da fonti qualificate, lotta in queste ore tra la vita e la morte nell’ospedale dove è ricoverato.

Ad una domanda sulle condizioni dell’italiano ferito, la ministra della Salute francese, Agnes Buzyn, ha detto di non potere fare precisazioni sulla nazionalità delle persone coinvolte.

Il procuratore di Parigi, Remi Heitz, ha precisato che due persone sono morte, la terza è in stato di morte cerebrale. L’aggressore – ha riferito – avrebbe gridato ‘Allah Akbar’. Quattro persone a lui vicine sono attualmente in stato di fermo.

 

Chi è Antonio Megalizzi, ridotto in fin di vita

Antonio Megalizzi, il giornalista italiano rimasto ferito nell’attentato di Strasburgo, è gravissimo. È stato colpito alla testa da un proiettile.29 anni, trentino, apprende l’Agenzia Ansa da fonti qualificate, lotta in queste ore tra la vita e la morte nell’ospedale dove è ricoverato.

 

Un’inchiesta anche a Roma

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in cui si ipotizzano i reati di strage e attentato con finalità di terrorismo.

Sono partiti di notte, appena appresa la tragica notizia, i parenti di Antonio. La famiglia abita a Trento. I vicini di casa commentano con grande sconforto i fatti. Nel frattempo sono giunti in macchina a Strasburgo il papà Domenico, la mamma Annamaria e la sorella, assieme alla fidanzata Laura Moresco.

“Ci hanno detto che Antonio è stato colpito alla testa da un proiettile sparato da quel delinquente. Le due ragazze che erano con lui (la trentina Caterina Moser e Clara Stevanato, veneta e residente a Parigi, ndr) ce l’hanno fatta a scappare, rifugiandosi poi in un locale pubblico. Hanno perso di vista Antonio, perché lui è rimasto a terra”. Danilo Moresco, presidente dei ristoratori del Trentino, è il padre di Luana, la fidanzata di Antonio Megalizzi.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto