Sms-Se Mi Scordo: partono da oggi i messaggi “amichevoli” di Equitalia

Parte oggi il servizio “SMS – Se Mi Scordo” con cui Equitalia “vuole proseguire nella riforma del modello di riscossione e nel contempo costruire un nuovo rapporto con i contribuenti”. Lo rende noto la società, spiegando che arriverà un messaggio sul cellulare o posta elettronica con mittente “Equi Info” per preannunciare una cartella, per ricordare a chi sta pagando a rate che ne manca soltanto una per decadere, ma anche segnalare che il pagamento delle rate non risulta regolare.
Il progetto, voluto dall’amministratore delegato Ernesto Maria Ruffini, “rientra nella riforma messa in campo da Equitalia per fornire un nuovo servizio ai cittadini e strumenti più innovativi come ad esempio il portale responsive e l’app Equiclick”, sottolinea l’agenzia.

a-equitaliaquadrato

Come si attiva Se Mi Scordo

Ma come si usufruisce del nuovo servizio? “Se Mi Scordo” può essere attivato sia rivolgendosi ad uno dei 202 sportelli della società di riscossione, che sul portale di Equitalia. Le comunicazioni previste sono di tre tipi: quando a Equitalia viene affidato un debito da riscuotere da uno dei 6.700 enti e in particolare Agenzia delle Entrate, Inps, Inail, e quindi Comuni (3.500), Province (86), Regioni (18), Ordini professionali territoriali (363), Aziende di trasporti (30) ed altri enti creditori. Quando il contribuente che ha un piano di rateizzazione con Equitalia non ha pagato almeno la metà del numero massimo delle rate previste per decadere. E infine quando manca soltanto una rata prima di decadere dal piano concordato.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto