Castelfranco Veneto: casalinga si suicidò per immagini hard, una coppia verso il processo

Indagini chiuse e imminente la richiesta di rinvio a giudizio per una coppia napoletana dopo il suicidio nel 2015 di una casalinga quarantenne a causa di foto hard diffuse via Facebook. Si tratta di una vicenda simile a quella di Tiziana Cantone, 31 anni, e in questo caso un uomo di 35 anni e una donna di 30 sono accusati di tentata estorsione, diffamazione aggravata, sostituzione di persona e morte in conseguenza di altro reato.

Sotto ricatto per migliaia di euro

Secondo la ricostruzione del pubblico ministero di Treviso Paolo Fietta, si tratta di un altro caso di sexting con ricatto. L’indagato aveva finto amicizia nei confronti della donna veneta, madre di due figli, e le aveva chiesto di inviargli foto in abbigliamento sexy. Una volta spedite le immagini, la casalinga era finita sotto estorsione per migliaia di euro. Di fronte a ritardi nei pagamenti, la coppia avrebbe reso pubblici gli scatti portando la donna a un’esasperazione che l’aveva indotta a impiccarsi nel bagno di casa il 3 gennaio 2015.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto