I 5 Stelle dicono Sì a mandato zero e alleanze

Il voto sulla piattaforma Rousseau cambia la politica dei 5 Stelle.

I votanti hanno detto Sì al mandato zero e alla politica delle alleanze locali.

Virginia Raggi potrà così candidarsi ancora a sindaco di Roma.

Si svolge, fino a mezzogiorno del 14 agosto, la votazione da parte degli iscritti a Rousseau sui due quesiti proposti dal Capo Politico del Movimento 5 Stelle Vito Crimi.

 

I due quesiti

Il primo è relativo alla modifica del mandato zero per i consiglieri comunali e il secondo riguarda le alleanze delle liste del Movimento 5 Stelle a livello comunale con i partiti tradizionali.

“Lo trovo un messaggio a livello di metodo molto bello – ha detto la ministra della Pubblica amministraziobe, Fabiana Dadone – Non è una ridiscussione su due mandati per tutti, ma di un chiarimento su quella che è la regola del mandato zero. Secondo me è il metodo che merita di essere premiato”.

Interpellata su quale fosse il suo voto, Dadone ha risposto: “Non per scappare dalla domanda, ma a votazioni aperte da membro di Governo non sento di esprimermi”.

 

Nella foto: il ministro Di Maio e il capo politico dei 5 Stelle Crimi.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto