Abbronzarsi mangiando: tanta frutta colorata per una tintarella perfetta

Prudenza negli orari (vietatissima la fascia che va da mezzogiorno alle 16), ma esporsi al sole fa bene alla salute perché aiuta a sintetizzare la vitamina D con benefici sulle ossa e sulla pelle. Oltre alle creme protettive, agli integratori e alla prudenza raccomandata dagli esperti, una buona abbronzatura passa anche dall’alimentazione che deve privilegiare la frutta colorata e verdura a foglia larga.

aaaafruttacolorata

A caccia di vitamina A

Innanzitutto la principale alleata è l’acqua. Secondo Carla Lertola, specialista in scienza dell’alimentazione, la pelle va nutrita “bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno anche per reintegrare i sali minerali persi col sudore”. Inoltre occorre dare priorità a frutta e verdura. Più nello specifico, si deve preferire quella che contiene vitamina A, come le albicocche, il mango, le carote, il tarassaco, la rucola, i pomodori e i peperoni.

Non dimenticare la vitamina C

Altrettanto importante è la vitamina C. Mentre la A favorisce la produzione di melanina e combatte i radicali liberi, la C agisce in termini positivi sulle difese immunitarie della pelle e favorisce il collagene. Dove si trova? In kiwi, fragole, uva, lattuga, radicchio verde e di nuovo pomodori e peperoni.

aaaaabbronzatura

Tutti i cibi consigliati

Coldiretti ha stilato la lista degli ortaggi e della frutta che aiutano l’abbronzatura:

  • 1. carote, che contengono 1.200 microgrammi di vitamina A;
  • 2. spinaci e radicchio (500-600 mcg);
  • 3. albicocche (350-500 mcg);
  • 4. cicoria e lattughe (220-260 mcg);
  • 5. melone giallo (200 mcg);
  • 6. sedano (180-200 mcg);
  • 7. peperoni (100-150 mcg);
  • 8. pomodori (50-100 mcg);
  • 9. pesche (100 mcg);
  • 10. cocomero e ciliegie (20-40 mcg).

Questi alimenti si possono inoltre integrare con altri cibi:

  • frutti di bosco: ricchi di antociani offrono un buon effetto protettivo sul nucleo delle cellule;
  • uova: ricche di vitamine del Gruppo B, riparano le membrane cellulari danneggiate;
  • cacao: ricco di antiossidanti che permettono la protezione dell’invecchiamento cutaneo;
  • tè verde: la bevanda svolge una funzione antiossidante;
  • curcuma: ottimo per le sue proprietà antinfiammatorie.
Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto