Il vento non molla: allerta per burrasca in Sardegna, temporali al Sud

Maltempo ancora in agguato e una primavera che stenta a decollare. Dopo il peggioramento sull’Emilia Romagna, sul basso Veneto, sulle Marche fino a tutto il Lazio e la Sardegna, sono attesi altri rovesci temporaleschi, accompagnati da possibili grandinate, in particolare fra le Marche e il Lazio fino Roma. In serata tempo in peggioramento anche su alcune zone del Sud, come in Campania e sul Gargano.

Neve in quota

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito IlMeteo.it, prevede che persisterà il maltempo al Centro e su gran parte del Sud dove si manterrà elevato il rischio di fenomeni a tratti temporaleschi. Nevicate sui comparti appenninici centrali intorno ai 1200-1300 metri di quota e a seguire sui monti del Sud intorno ai 1400-1500 metri. Da segnalare una generale diminuzione delle temperature più avvertibile sulle regioni centrali e in Emilia Romagna.

Il bollettino

Attenzione infine ai forti venti di maestrale sulla Sardegna e sul medio ed alto Tirreno dove il mare tornerà a divenire agitato sui settori ovest della Sardegna. Qui la Protezione civile regionale ha emesso un bollettino di allerta fino a domani, venerdì 15 marzo, per forte vento, sino a burrasca, su tutta l’isola. Sull’isola sono previsti venti da Nord-Ovest in intensificazione sulle coste settentrionali e occidentali.

Bufera anche domani

Oggi, 14 marzo, e domani ancora picchi massimi con rinforzi sino a burrasca e burrasca forte, sempre sulle zone costiere settentrionali e occidentali ma anche sulle zone montuose dell’isola. Possibili mareggiate lungo le coste esposte. Dal pomeriggio di venerdì si assisterà ad una progressiva attenuazione dei venti, ad eccezione delle coste della Gallura, arcipelago de La Maddalena e Bocche di Bonifacio.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto