Olio di palma convegno alla Camera: si può uscire dalla filiera sporca?

L’impatto del massiccio impiego dell’olio di palma sulla salute, i diritti e l’ambiente è il tema del convegno in programma per oggi, martedì 14 febbraio 2017 a partire dalle ore 14, nell’Auletta dei Gruppi della Camera dei deputati (ingresso: via Campo Marzio, 78).

L’evento “Olio di palma: criticità e alternative – Come uscire dalla filiera sporca” è organizzato dal M5S e moderato da Dario Dongo di Great Italian Food Trade, autore della petizione volta a escludere il grasso tropicale dalla filiera alimentare.

Evento libero ma occorre registrarsi

L’ingresso è libero, previa registrazione a eventi@mirkobusto.net. Agli uomini è richiesto di indossare la giacca.
A testimoniare difficoltà e vantaggi della esclusione dell’olio di palma dagli alimenti sono i rappresentanti di “Di Leo” e di “Alce Nero” – note aziende italiane che non hanno mai impiegato il grasso tropicale – e di Coop, prima insegna della Gdo italiana, che lo ha eliminato dai suoi prodotti a marchio all’indomani dell’allarme sanitario emerso con il parere Efsa del 3 maggio 2016.

Furto delle terre e pesticidi

L’incontro è l’occasione per aggiornare lo scenario sui danni provocati dalle coltivazioni intensive di olio di palma: lo sfruttamento dei lavoratori, il furto delle terre (land grabbing), l’uso massiccio di pesticidi e l’impatto sul clima della deforestazione. E sui rischi per la salute legati all’eccessivo ricorso a questo ingrediente, in particolare negli alimenti più consumati da bambini e ragazzi.

I partecipanti all’iniziativa

Dopo l’introduzione dei parlamentari M5S Mirko Busto, Carlo Martelli e Paolo Bernini, intervengono Alberto Mantovani, dirigente di ricerca dell’Istituto Superiore di Sanità, esperto dell’Efsa, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare; Laura Renzi, coordinatrice delle Campagne Amnesty International, sezione Italia; Fabio Ciconte, direttore di ‘Terra! Onlus’e portavoce della campagna ‘Filiera sporca’; Flaviano Bianchini, attivista per i diritti umani, fondatore e direttore di Source International; Dario Novellino, antropologo, ricercatore presso l’Università di Kent, direttore esecutivo di CALG, coalizione contro il furto delle terre.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto