Evviva “18 app” esiste e i 500 euro per i giovani ci sono ancora, come ottenerli

Incredibile ma vero: “18 app” esiste anche per la classe 2000. E, notizia ancora più sconvolgente, funziona.
Una grande svolta per le migliaia di ragazzi italiani neo diciottenni che attendevano trepidanti. Il numero di articoli usciti sui giornali italiani, infatti, è direttamente proporzionale ai tentativi effettuati dai giovani nel corso degli ultimi dodici mesi. In una parola: 18 app era più evanescente del fantasma di Notre Dame.
I più anziani (o i meno giovani, se si preferisce) si chiederanno cosa sia questo “18 app”. Beh, si tratta del bonus cultura dal valore di 500 euro che il governo offre ai diciottenni. Si può spendere in buoni per cinema, musica e concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera in Italia.
Come accedervi? È necessario creare un account SPID. Una sorta di identità digitale insomma. Bisogna compilare un modulo online con i propri dati e andare in un ufficio postale per autenticarsi.

Una volta ottenuto il proprio account il gioco è fatto e non resta che iniziare a utilizzare il bonus. Si potrà utilizzare online (TicketOne o Amazon per esempio offrono questa possibilità per certi articoli) o fisicamente nei negozi. È molto semplice: si crea online il buono del valore necessario e l’app fornirà un codice (numerico per gli acquisti online e a barre per quelli in negozio) pronto per l’utilizzo.

Pro e contro: come per tutte le iniziative vi saranno sempre polemiche e persone meno a favore di altre. Personalmente, da neo diciottenne quale sono, trovo l’iniziativa estremamente utile per stimolare i giovani, spesso a corto di soldi, ad andare a mostre ed eventi culturali. Succede frequentemente, infatti, che certe attività, come può essere il teatro, siano escluse a prescindere nella lista di risposte e proposte al “cosa facciamo stasera?” a causa del loro costo.

In aggiunta si tratta di svaghi e iniziative che si è in grado di apprezzare solo provando e vivendole in prima persona. D’altra parte è molto più probabile ci venga voglia di fare qualcosa se si sa già ci piacerà. Ovviamente 18 app è solo uno stimolo e una spinta iniziale, dopodiché ci vuole la volontà e la voglia di provare cose nuove e diverse. È necessaria una certa apertura mentale per evitare di spendere 500€ solo in discoteche. Ebbene sí, avete sentito bene. In certe discoteche, spacciate come teatri, è possibile acquistare la prevendita tramite il bonus in questione. Senza nulla togliere a svaghi come le discoteche, sarebbe necessaria una cernita e controllo maggiore per gli oggetti e le attività acquistabili.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto