Milano: indagati per violenza su un minore sacerdote salesiano ed educatore

La procura di Milano ha indagato un sacerdote salesiano e un educatore trentenne di un centro giovanile parrocchiale dell’hinterland milanese per violenza sessuale e pornografia minorile. A far partire l’inchiesta è stata la famiglia di un ragazzo di 15 anni e a sostenere la versione dei genitori c’è la testimonianza scritta del superiore provinciale dei Salesiani, che ha sospeso entrambi gli indagati dagli incarichi.

Il prete gli disse: “È una cosa normale”

Le violenza risalirebbero alla primavera scorsa quando l’educatore sarebbe andato a casa del ragazzino perché malato. A casa da solo, il quindicenne sarebbe stato violentato e poi avrebbe cercato conforto confidandosi con il sacerdote il quale, tuttavia, gli ha detto che si tratta di una “cosa normale”. Quindi avrebbe tentato a sua volta un approccio con il giovane proponendosi incontri hard e scambi di foto pornografiche.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto