Il prefetto di Milano invita la vedova e le figlie di Pinelli, incontro accettato

Il 15 dicembre 1969 l’anarchico Pinelli (nelle foto) precipitò da una finestra della Questura di Milano per quello che una sentenza con un’audace neologismo definì un “malore attivo” e con infinite polemiche.

Alla vigilia del 46° anniversario della strage di piazza Fontana il nuovo prefetto di Milano, Alessandro Marangoni, ha chiamato Licia Pinelli, la vedova del ferroviere anarchico, che era stato fermato e trattenuto in questura per accertamenti sull’attentato di tre giorni prima.

aaaapinellibis

Invito accettato anche dalle figlie dell’anarchico

“La famiglia è stata contattata per un incontro e si è riservata di decidere”, aveva commentato Licia Pinelli in un primo momento.

Poi è arrivata la decisione: la vedova Pinelli e le figlie incontreranno il prefetto di Milano Alessandro Marangoni. Lo hanno detto le figlie di Pinelli (nella foto in basso). Il prefetto “ha chiesto un incontro che verrà fissato a breve e a cui parteciperemo tutte e tre, volentieri anche – hanno spiegato -. Noi siamo pronte ad ascoltare qualsiasi cosa arrivi”.

aaaafigliepinelli

“È stata una telefonata inaspettata”

“È stata una telefonata assolutamente inaspettata di cui non avevamo nessun sentore. Vediamo se si aprirà qualcosa e sentiremo cosa il prefetto vorrà dirci. Non ci aspettiamo niente, sono passati 46 anni cosa dovremmo aspettarci?”, hanno detto Claudia e Silvia Pinelli.

aaaamogliepinelli

Le figlie del ferroviere anarchico hanno parlato a margine del corteo organizzato dagli anarchici che ogni anno ricordano la morte di Pinelli di fronte alla lapide a lui dedicata in piazza Fontana. Il corteo degli anarchici é arrivato in piazza subito dopo quello istituzionale. I manifestanti hanno esposto uno striscione nero con la scritta: “Strage di stato. Valpreda innocente e Pinelli assassinato”.

Nella foto qui sopra: la copertina del libro scritto da Licia Pinelli sulla tragedia che ha segnato la sua vita e quella della sua famiglia.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto