Gualtieri: asili nido gratis dal 1° gennaio

Novità della finanziaria confermate sugli asili nido, Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in audizione sulla manovra: “Il governo ha grande rispetto e disponibilità al dialogo e al confronto, penso e auspico che il lavoro parlamentare possa migliorare ulteriormente la manovra salvaguardando l’impianto e gli obiettivi”.

Le previsioni a breve per il quadro macroeconomico italiano, malgrado lo scenario internazionale, “hanno di recente mostrato alcuni segnali incoraggianti” e “indicano un incremento anche nel quarto trimestre, che potrebbe non solo migliorare rispetto allo 0,1% previsto nella Nadef, ma dovrebbe dar luogo a un trascinamento positivo sulla crescita del 2020”. Gualtieri ha ggiunto che “lo 0,6% di crescita appare ampiamente raggiungibile, anche prudente”.

 

Diminuisce la pressione fiscale

La manovra “non solo diminuisce la pressione fiscale in misura considerevole rispetto al tendenziale, ma riduce le tasse anche rispetto all’anno precedente, ha spiegato il ministro dell’Economia dicendo che la pressione fiscale appare invariata al 41,9% ma al netto di misure come il recupero dell’evasione o il differimento delle Dta “avremo una riduzione di 7,1 miliardi della pressione fiscale anche rispetto all’anno precedente”.

 

Il bonus asili nido

Il rafforzamento del bonus per gli asili nido consentirà “la sostanziale gratuità degli asili nido per la grande maggioranza delle famiglie italiane, importante anche dal punto di vista del sostegno all’occupazione femminile. Si parlava della misura da settembre” ma scatterà “già dal primo gennaio 2020”.

Gualtieri ha poi ricordato che si prevede anche l’aumento dei posti al nido “oggi insufficienti in particolare nel Mezzogiorno”. In tutto nel triennio, ricorda si stanziano 2,8 miliardi in più per la famiglia.

 

Giovedì tutti da Conte per un super-vertice

Intanto il premier Giuseppe Conte ha convocato giovedì 14 – alle 18 – una riunione di tutta la maggioranza sui tempi e i modi di discussione della legge di bilancio. A quanto si apprende prenderà parte al vertice, che precede il termine per la presentazione degli emendamenti alla manovra, una delegazione assai folta composta da ministri e sottosegretari competenti, capi delegazione dei quattro partiti, capigruppo, presidenti di commissione e capigruppo in commissione.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto