Human Hope, arriva il secondo episodio di una saga coinvolgente di fantascienza

“Human Hope” di Tommaso Percivale (nella foto di apertura), Lapis Edizioni, (316 pagine, 12,50 euro) è il  secondo capitolo di  “Human”, un coinvolgente romanzo di fantascienza uscito un anno fa. Per fortuna, autore e casa editrice non ci hanno fatto aspettare  tanto per sapere come andava a finire  la storia di  Cassandra van Boyle,  l’androide di classe 2, dall’aspetto di una sedicenne,  che vive nella città futuribile di Arcade e che è stata allevata da  una famiglia di “umani”.

a-hope

Sentimenti non programmati

Cass, forse a causa di questa vicinanza di affetti, ha sviluppato sentimenti non programmati di empatia con gli uomini e questo la mette costantemente a rischio di  riprogrammazione. In questo secondo episodio è  a capo della Squadra Speciale Alfa, preposta a combattere il Fronte per l’integrazione Androide che lotta per l’annullamento delle leggi robotiche  e la parificazione dei diritti fra creature sintetiche e umani.

Meno semplice di come pare

Ma la vicenda è meno semplice di come si presenta e dietro i ribelli c’è un umano che gioca sporco e che  verrà svelato solo dopo una rocambolesca apertura di scatole cinesi. Le domande che  pone questo romanzo, rivolto agli adolescenti, sono profonde: quanto vale la tua libertà? È giusto combattere per essere liberi? Cosa sei disposto a sacrificare per scegliere la vita che desideri?

Non ci si improvvisa scrittori di fantascienza e Tommaso Percivale, dimostra anche in questo secondo romanzo di essere stato svezzato a pappine e Asimov.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto