Lampade e giocattoli contraffatti a Messina: sequestrati 40.000 prodotti

I finanzieri hanno sequestrato oltre 40.000 prodotti made in China illegittimamente messi in vendita in due negozi di Torregrotta e Barcellona, nel Messinese, gestiti da cinesi. Sono state riscontrate irregolarità relative alle mancate certificazioni sulla provenienza e sulle caratteristiche merceologiche delle merci esposte in vendita e l’assenza delle indicazioni relative alla sicurezza.

Multe fino a 60.000 euro

Le Fiamme Gialle tirreniche, dopo aver rimosso la merce dagli spazi destinati alla vendita, hanno proceduto al sequestro amministrativo dei prodotti (tabelle luminose, lampade, telecomandi, telecamere, carica batterie ricaricabili, casse audio, registratori, videocamere, spazzole elettriche, torce, cuffie, droni, modem, asciugacapelli, amplificatori e numerose tipologie di giocattoli), inviando specifica segnalazione alla Camera di Commercio di Messina, per l’applicazione delle previste sanzioni pecuniarie, di importo significativo, in un caso fino a 60.000 euro.

L’indagine della procura

In aggiunta, per i titolari del punto vendita di Torregrotta, è scattata anche la segnalazione alla procura della Repubblica di Messina, per il reato di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, a seguito del rinvenimento di alcuni articoli riproducenti, illegalmente, noti brand, potenzialmente idonei ad indurre in errore l’acquirente finale sulla loro legittima provenienza.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto