Attenzione al colesterolo cattivo: dimezzato il valore massimo, ora è 100

Il valore di colesterolo “cattivo” (Ldl), indipendentemente dal rischio, non dovrebbe superare i 100. Lo raccomandano le nuove linee guida presentate al congresso della Società europea di cardiologia (Esc) presentate a Roma al congresso della società. Ma gli esperti avvertono: “Solo un italiano su 5 è a posto con la nuova soglia”.

aaacolesterolo02

“Un valore che vale per tutti”

“Le nuove linee guida sanciscono che avere un target di colesterolo entro 70-100 è fondamentale, non ci sono più controversie su questo punto”, spiega il presidente della Società italiana di cardiologia, Francesco Romeo (nella foto sopra). “Questo vale per tutti, anche per quei soggetti che hanno valori di norma molto alti per ipercolesterolemia familiare”.

Il precedente limite era a 190

Finora le indicazioni variavano a seconda del rischio personale legato alla familiarità alle malattie cardiache e al proprio stato di salute. Il colesterolo cosiddetto cattivo non doveva comunque mai superare i 190. “Per abbassarlo il primo fattore è l’alimentazione”, aggiunge l’esperto. “Poi si possono usare le statine, e infine, per chi non riesce ci sono i nuovi farmaci, gli anticorpi anti Pcsk9, che hanno grande potenzialità”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto