Apre oggi la nuova scuola di Amatrice

Nessuno ci avrebbe scommesso un euro, ma è tutto pronto per l’inizio dell’anno scolastico nei centri colpiti dal sisma: il via c’è stato ieri – lunedì 12 settembre – nelle scuole di Umbria e Abruzzo, mentre per Lazio e Marche l’avvio è fissato per il 15 settembre.

Ma ad Amatrice e a Cittareale l’apertura è stata anticipata a oggi, martedì 13. La scuola che vedete nelle foto è stata realizzata nella frazione di Villa San Cipriano dalla Provincia autonoma di Trento

a-amatricescuolabis

Il bilancio della Protezione civile

“Un primo segnale di ritorno alla normalità per bambini e ragazzi, e per le loro famiglie”, sottolinea la Protezione Civile che fornisce il quadro complessivo degli interventi. I ragazzi torneranno, dove possibile, nello loro scuole, altrimenti in prefabbricati, tende, e in un caso saranno ospitati anche dalla Caritas.

Doppi turni per compensare

Altra opzione saranno i doppi turni nelle scuole che non hanno subito danni e che ospiteranno dunque anche gli studenti degli istituti danneggiati. I sopralluoghi, iniziati subito dopo il terremoto, hanno interessato 577 plessi scolastici: 390, pari al 70% del totale, sono stati ritenuti agibili, mentre altri 3, pur non essendo danneggiati, risultano al momento inagibili a causa di un rischio esterno. Sono 110 quelli temporaneamente inagibili, che tornerebbero agibili grazie a provvedimenti di pronto intervento. A questi se ne aggiungono 19 parzialmente inagibili e 3 da rivedere per un’ulteriore valutazione.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto