Gli ex manager contro Johnny Deep: “Ha le mani bucate”, ma per il giudice è irrilevante

L’attore dei Pirati dei Caraibi, a dicembre al cinema con l’atteso nuovo Assassinio sull’Orient Express, ha intentato causa contro i suoi ex manager Joel e Robert Mandel per aver gestito talmente male il suo patrimonio da portarlo ad accumulare debiti per 40 milioni di dollari. I due, dal canto loro, si erano difesi con una contro-causa tesa a dimostrare che la ragione dei debiti è da ricercare nello stesso comportamento dell’attore.

Due milioni al mese

Secondo i manager, infatti, Deep arriva a spendere sino a quasi due milioni di dollari al mese a causa del suo stile di vita costosissimo. La giudice però, in un’udienza che si è tenuta il 10 luglio al tribunale di Los Angeles, ha dichiarato irrilevante lo stile di vita dell’attore nella causa in corso.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto