Berlusconi: liquidati il cerchio magico e la Pascale, ora c’è l’addio a Forza Italia

È più radicale del previsto il piano di rinnovamento – o rottamazione – di Silvio Berlusconi. Oltre all’ormai ex cerchio magico, nel corso della riabilitazione il premier sta pensando di liquidare anche Forza Italia per dare vita a una nuova formazione, L’Altra Italia. Lo scopo principale è quello di abbattere i consensi della Lega Nord di Matteo Salvini, candidata alla leadership del centrodestra.

I vecchi fedelissimi dell’ex premier

Al fianco di Berlusconi non ci sono più le donne del suo gineceo, a partire da Francesca Pascale, ancora reclusa nel suo esilio dorato. Ma i vecchi fedelissimi: Gianni Letta, Paolo Romani e Renato Brunetta. E il modello è quello del Ppe con alcune differenze: l’opposizione ad Angela Merkel e alle istanze europeiste dialogando con Fratelli d’Italia.

Un “esilio” di 15 ettari per Francesca Pascale

Silvio Berlusconi torna a casa dopo quasi un mese d’ospedale e Francesca Pascale non c’è. Eppure lui, per tutto luglio, ha bisogno di supporto per la riabilitazione, ma lei a villa San Martino non si vede. Lasciata Arcore, infatti, se ne sta a villa Giambelli (nelle foto sotto), in Brianza, la tenuta calata nel verde che l’ex presidente del consiglio le ha regalato pochi mesi fa. Probabile segno che la guerra di successione e lo smantellamento del cerchio magico proseguono senza pietà.

aaaavilla01

aaaavilla02

Magione da 1.000 metri quadrati

Si tratta di una magione in provincia di Lecco da oltre 1.000 metri quadrati e 15 ettari di terreno costata 2,5 milioni di euro. La casa – ma è davvero riduttivo chiamarla così – si trova a 18 chilometri da Arcore, non lontano, ma abbastanza da tenere Francesca Pascale alla larga da Silvio, come voluto dalla figlia Marina.

Assente anche alle dimissioni

“È solo per la convalescenza, nessuna rottura”, assicura chi è vicino a Berlusconi. Ma l’affermazione convince poco, considerando la delicatezza della situazione e la presenza costante di Pascale al capezzale dell’anziano compagno durante il ricovero al San Raffaele di Milano. E non c’era nemmeno il 5 luglio, quando a metà mattina il leader di Forza Italia è uscito dall’ospedale appoggiandosi a Valentino Valentini (nella foto sotto), nuovo capo della sua segreteria.

aaapascale03

La fidanzata “commissariata” da Marina

Insomma sembra proprio che, dopo aver “spremuto come un limone” Berlusconi, la figlia Marina proceda senza tentennamenti verso il repulisti del gineceo accusato di aver ridotto il padre in situazione critica. Già si parla di Francesca “commissariata”, messa in quarantena della sempre infuriata figlia dell’ex premier (che però appare soddisfatta dei cambiamenti in atto). Marina Berlusconi, infatti, sceglie gli storici fedelissimi. Tra questi il senatore Alfredo Messina, nuovo tesoriere politico, e Alfonso Cefaliello, che dovrà ristrutturare il partito.

aaapascale04

 

Berlusconi sacrifica la tesoriera Rossi sull’altare di Marina, le notizie del 1° luglio 2016

E ora la guerra del Calippato ha anche la sua prima vittima ufficiale: la tesoriera di Forza Italia, senatrice Mariarosaria Rossi, detta anche “la badante” è stata destituita dclla sera alla mattina.

C’è anche una nota attribuita a Belrusconi in persona, benché ancora degente in ospedale.

aa-badante“La senatrice Mariarosaria Rossi (nella foto qui sopra) – fa sapere Silvio Berlusconi – ha svolto negli ultimi due anni con grande competenza, correttezza e lealtà un complesso e delicato incarico di commissario straordinario del partito. Prendo atto con rammarico delle sue dimissioni al termine dell’esercizio contabile. Le sono davvero grato – prosegue – per l’ottimo lavoro svolto che ha consentito a Forza Italia di riordinare i conti e ottimizzare i costi. La senatrice Rossi continuerà a svolgere, ovviamente, incarichi di rilievo nell’ambito del nostro movimento, grazie alle sue competenze e al suo impegno politico. Dopo ampie consultazioni ho ritenuto di affidare il compito di commissario straordinario di Forza Italia al senatore Alfredo Messina a cui vanno i miei migliori auguri di buon lavoro”.
Insieme arriva anche la replica della Rossi: “Voglio – ha dichiarato la senatrice – innanzitutto ringraziare il Presidente Berlusconi ed il capogruppo Romani dell’affetto, della fiducia e della stima dimostratemi offrendomi l’incarico di tesoriere del Gruppo Forza Italia al Senato. Con spirito di servizio e con l’entusiasmo di sempre accetto questo nuovo impegno per il mio partito al fianco dei colleghi senatori”.

E la guerra continua… si potrebbe dire senza paura di sbagliare.

 

Le mosse intorno a Berlusconi ricoverato ancora al San Raffaele

 

Si allunga la degenza al San Raffaele di Milano per Silvio Berlusconi. Le dimissioni, infatti, slittano a una data compresa tra il 10 e il 14 luglio dopo l’intervento a cuore aperto per la sostituzione di una valvola, ma il ribaltone in casa Forza Italia è già nel pieno. Salta infatti il cerchio magico con la defenestrazione di Mariarosaria Rossi, Deborah Bergamini e Alessia Ardesi (nella foto sotto con Francesca Pascale) ed entrano i fedelissimi di Marina, Fedele Confalonieri, Gianni Letta e Nicolò Ghedini. C’è chi, con un’immagine forte ma efficace, ha parlato di “fine del Calippato”, riferendosi al gelato che Francesca Pascale pubblicizzava con una certa voracità in gioventù. Non a caso ci sono siti come Dagospia che da anni si riferiscono a Francesca ironicamente chiamandola la Calippa.

 

aaarepulisti01

Rossi si è già dimessa

Pare dunque consumarsi la vendetta della primogenita dell’ex premier dopo il tour de force in vista del primo turno per le amministrative d’inizio giugno che ha portato il leader azzurro in ospedale. Manager contro le plenipotenziarie del partito, a iniziare proprio da Mariarosaria Rossi, che nelle sue mani ha tenuto la tesoreria e ha fatto l’amministratrice unica. E che ha già rassegnato le proprie dimissioni.

aaarepulisti03

La prossima è Deborah Bergamini

Via anche Deborah Bergamini (nella foto sopra), responsabile dei rapporti con i media, ruolo che – secondo i bene informati – passerà al parlamentare Valentino Valentini, già interprete di Berlusconi. Colpa del disastroso sostegno ad Alfio Marchini per le comunali di Roma. Rimane ora da capire come verrà ridimensionato il ruolo della compagna di Berlusconi, Francesca Pascale, che rischia di sparire dalle decisioni importanti

aaamarinella3

 

Berlusconi: ora entra anche Marinella nella guerra di successione, le notizie del 16 giugno 2016

Nel prossimo futuro di Silvio Berlusconi, può esserci un ritorno importante. Ovviamente al femminile. Non si tratta di un flirt del passato che si ripropone, ma di una liaison professionale di ferro, favorita dalla necessaria riabilitazione dopo l’intervento a cuore aperto. È quella con la segretaria storica Marinella Brambilla (nella foto sotto con l’ex moglie del leader azzurro, Veronica Lario, nel giorno delle sue nozze) e a parlarne è un personaggio sempre informatissimo, Luigi Bisignani, il giornalista e manager nato all’ombra della P2 che ha resistito nel backstage della politica che conta nonostante gli inciampi giudiziari.

aaamarinella

Un sodalizio durato 30 anni

Ma chi è Marinella Brambilla? Scalzata dal suo ruolo quando si è imposto il cerchio magico composto da Mariarosaria Rossi e da Deborah Bergamini, coppia di ferro a fianco di Francesca Pascale, ha conosciuto Berlusconi nell’infanzia, quando la madre lavorava come governante nella residenza milanese di via Rovani. Poi, cresciuta e conquistata una laurea alla Bocconi, è stata più di una segretaria: è stata la collaboratrice più fidata, sempre con lui in giro in camper per le convention di Publitalia fino a Parigi, nella casa di via Tilsitt.

aaamarinella2

L’ex segretaria fa tremare il cerchio magico

Era Marinella che gestiva i contatti dell’ex Cavaliere, che riconosceva le intenzioni dell’interlocutore al telefono e che era a disposizione 24 ore su 24. Poi è arrivato il cerchio magico e con quello la defenestrazione della segretaria, mandata via una volta rimasta incinta nonostante abbia rappresentato una propaggine di Berlusconi. Riassunta dal figlio dell’ex premier, Luigi, nel 2014, ora che si delinea la possibilità di un suo ritorno, nella guerra di successione per lei tifano altri due fedelissimi marginalizzati, Fedele Confalonieri e Gianni Letta, schierati a fianco dei figli, mentre a temere è la troika Pascale-Rossi-Bergamini.

aaapascale3

Marina contro Francesca: è la guerra di successione

È arrivato il momento di mettere via il fazzoletto perché le lacrime non servono più. Ed è arrivato anche quello di ricompattare famiglia e cerchio magico intorno al suo Silvio. Francesca Pascale, la compagna dell’ex premier che continua a essere nel mirino di Marina, tira un sospiro di sollievo e dopo il trasferimento di Silvio in terapia intensiva dice: “Ecco, l’ho appena visto. Si è svegliato, mi posso rilassare, mi dicono”.

aaa-francescadue

“I miei sentimenti in mostra? Ci passi chi mi critica”

Poi la donna, napoletana di Fuorigrotta e quasi 50 anni meno di Berlusconi, se la prende con cui l’ha accusata di mettere in mostra il suo stato d’animo facendosi fotografare in preda ai singhiozzi: “Ostentare i miei sentimenti? Preferisco che mi giudichino, piuttosto che augurargli la stessa cosa. Augurargli di passare quello che io ho vissuto e sto vivendo”. Quindi parla di come si sente 24 ore dopo l’intervento a cuore aperto.

aaapascalepiange

“Dopo la morte di mia madre, ho avuto paura”

“Non so neanche io come mi sento adesso”, dice Francesca Pascale. “Sollievo, speranza, malessere, stanchezza. Lui non ha potuto dire nulla. È in uno stato di dormiveglia. Ma naturalmente era provato, ora che l’ho salutato. Aveva molta sete e il dottor Zangrillo lo ha fatto bere, bagnandogli delicatamente le labbra. E io? Niente. Noi ci siamo solo stretti la mano. È stata la prima volta, dopo la morte di mia madre, che ho avuto così tanta paura e ho rivisto la vita dal lato della sofferenza, della precarietà”.

aaapascale2

Il richiamo all’unità intorno all’ex premier

Infine la giovane donna vuole mettere fine alle lotte scatenate dopo il malore e il ricovero di Berlusconi al San Raffaele. Perché, sempre secondo il suo racconto, prima di entrate in sala operatoria, lui le ha detto: “Qualunque cosa dovesse succedere, restate uniti. Siete importanti per me, non fatevi prendere dalle divisioni, dalle gelosie”.

aaaamarina

Marina: “Il pianto pubblico? La goccia che fa traboccare il vaso”

Della salute di Berlusconi si è interessata anche l’ex moglie, Veronica Lario, mentre i figli si sono stretti intorno al padre. Marina, la maggiore, è ancora furiosa e la sua rabbia, contro il cerchio magico femminile dell’ex premier, anziché placarsi, cresce. Soprattutto contro Francesca Pascale. Per la zarina della dinastia Berlusconi, il pianto pubblico della giovane compagna del padre, “è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso”.

Non si arresta la guerra di successione

Silvio Berlusconi è ricoverato dopo l’intervento al cuore e intorno al capezzale si è già aperta la lotta per la successione. Una successione che, nelle faide che spaccano il centro-destra non da ora, vede nell’entourage femminile dell’ex premier uno fronti più agguerriti, ma non per questo compatto.

La furia crescente della figlia dell’ex premier

In primis c’è la figlia Marina, già indicata più volte come l’erede politica e aziendale dal Cavaliere. Se sul secondo versante lo scettro l’ha raccolto già da tempo, sul lato politico ha declinato a successive riprese le lusinghe di Forza Italia alla guida del partito. E ora Marina Berlusconi è inferocita proprio con l’entourage del padre a causa degli sforzi a cui Berlusconi si è sottoposto durante la campagna elettorale rischiando la vita. “Papà non deve più salire su un palco”, ha detto.

aaapascale

Le paure di Francesca

La furia di Marina si rivolge anche contro la zarina, Francesca Pascale, da qualche anno giovanissima compagna del leader azzurro. Sempre al suo fianco nelle occasioni pubbliche, è la pasionaria napoletana l’obiettivo degli strali della figlia dell’ex presidente del consiglio. Ma contro Pascale si concentra anche la corrente capitanata dall’ex ministro Maurizio Lupi, alleato a Milano del centrodestra.

aaatroika

L’odio per Mariarosaria e Deborah

Con Pascale, rischia di saltare anche il gineceo di Berlusconi composto da Mariarosaria Rossi, commissario straordinario del partito dal 20 maggio 2014, e da Deborah Bergamini (nella foto sopra insieme a Rossi e Pascale), altro nome di spicco del cerchio magico del leader e potentissima responsabile della comunicazione di Forza Italia. Quest’ultima, tuttavia, interviene a smentire guerre di successione: “Le fantasiose ricostruzioni sui quotidiani di oggi circa la riorganizzazione di Forza Italia sono prive di fondamento e hanno evidentemente lo scopo, vano, di voler portare confusione all’interno del nostro movimento”.

aaamara

L’ascesa di Mara

E per una troika in rosa che tramonta, ci sono altri 2 nomi femminili già in auge che crescono. Il primo è quello di un’altra campana, Mara Carfagna, portavoce di Forza Italia alla Camera e rafforzata dalle 6.109 preferenze prese al primo turno delle comunali del 5 giugno. “Se Forza Italia ha tenuto deve ringraziare le donne”, ha detto non a caso. Parole che costituiscono un assist alla sua omologa lombarda, Maria Stella Gelmini, l’ex ministra più votata a Milano con oltre 12.000 preferenze.

aaamariastella

Conti regolati a settembre

A questo punto, visto il curriculum pregresso e i consensi raccolti nel segreto delle urne delle ultime due, c’è più di un azzurro che le teme in attesa del possibile “regolamento dei conti”, previsto nella convention che potrebbe essere convocata per settembre.

aaaabrunetta

Brunetta: “Non a guerre di successione”

Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, nella mattinata di oggi ha preso parola su Facebook su questa presunta “notte dei lunghi coltelli” in casa azzurra. “Da notare con rammarico, scrive, “il cinismo orribile dei giornali che hanno forzato indebitamente le ovvie, sincere e premurose parole del medico personale prof Alberto Zangrillo, per dichiarare la fine politica di Berlusconi con lo scopo di scatenare una guerra di successione. Si sbagliano, di grosso”.

aaaaberlusconidonne

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto