Ragazzi: La storia di Robert dai calzini rossi e del suo amore segreto

Il gusto di raccontar storie è vizio allegro e diffuso. E, più si racconta, più crescono gli ascoltatori prima e i lettori, subito dopo. Si nutrono, i lettori, della golosità di farsi stupire dall’invenzione, di farsi divertire dall’immaginazione, di farsi irretire dalla bellezza delle parole semplici e delle storie che cominciano ma promettono di finire – possibilmente bene – e di ricominciare, per non smettere la catenella brillante della narrazione.

 

La storia di Robert… e della strega

Jutta Richter (nella foto), conosciutissima autrice tedesca, nutre i suoi lettori con una rete narrativa lieve e divertita in “La storia di Robert dai calzini rossi che si innamorò della strega” (Salani, 96 pagine, 10 euro).

La bionda Karla, abile nel far calzini rossi dal fascino irresistibile è protagonista di una storia caleidoscopica ed essenziale, in cui sentimenti, solitudine, ricerca di sé, innamoramento e crescita si mescolano in una sequenza di vicende raccontate con gioiosa sapienza narrativa.

La vecchia signora Schlott, il giovane carbonaio Robert, il bosco, il sogno di cambiar vita, calzini rossi, figli viziati, bestie uggiose e principi dei grandi magazzini sono indimenticabili e allegri. Dai 10 anni.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto