Aids: in Italia 120.000 malati, un nuovo caso ogni due ore, allarme per gli under 30

In Italia le persone malate di Aids sono 120.000 e l’incidenza della malattia è di un caso ogni 2 ore con nuovi 400.000 casi ogni anno a carico soprattutto dei giovani dai 25 ai 29 anni. Inoltre il 60% delle infezioni si manifesta in fase tardiva. Le affermazioni precedono l’avvio dell’Italian conference of aids and antiviral research, che si terrà a Milano dal 6 all’8 giugno prossimi.

aaaaids

In Lombardia il maggior numero di casi

A guidare la classifica delle regioni è la Lombardia, con 20.000 sieropositivi, seguita da Lazio, Emilia Romagna e Liguria. Cala la mortalità grazie all’evoluzione delle terapie, ma in netta caduta anche l’informazione di Hiv e forme di trasmissione. A questo si aggiunga che il 25% di chi ha contratto l’Hiv non lo sa.

aaaachiaranni

Pericolo di trasmissione inconsapevole

A questo proposito, il rischio è quello della trasmissione inconsapevole della malattia. “Noi intendiamo coordinare le diverse realtà scientifiche impegnate nell’assistenza, ricerca e sperimentazione clinica in tema di infezione virali”, dice Antonio Chirianni (nella foto sopra), presidente della Società italiana di malattie infettive e tropicali. “La conferenza di Icar è basata sui contributi originali della ricerca italiana, nel campo dell’infezione da Hiv-Aids e delle altre malattie virali, e aperta ai contributi internazionali nel settore”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto