Champions: Roma-Liverpool in semifinale, i giallorossi trovano Salah da “nemico”

Roma, Liverpool, Real Madrid e Bayern Monaco: sono loro le quattro rimaste in corsa in Champions League.

Il sorteggio è affidato a Andrej Scevcenko, “ambasciatore della finale” che quest’anno si gioca a Kiev, capitale dell’Ucraina.

La prima pallina sorteggiata dall’ex grande campione ha il nome del Bayern Monaco, che giocherà la prima partita in casa. E affonterà il Real Madrid.

La Roma affronterà, quindi, il Liverpool martedì 24 aprile ad Anfield alle ore 20,45. La seconda partita si giocherà all’Olimpico.

Una sfida, quest’ultima, che ricorda quella del 1984, che allora fu la finale di Campions persa dai giallorossi ai rigori. La squadra di Di Francesco ritroverà anche Salah (nella foto qui sopra), venduto proprio al Liverpool, e confermatosi un attaccante pericolosissimo in Premier.

Per la Roma nella partita finale segnò Pruzzo nei tempi regolamentari (il gol nella foto in basso), mentre Bruno Conti e Graziani sbagliarono il loro calcio di rigore. All’epoca ci fu polemica perché Paolo Roberto Falcao, il fuoriclasse della Roma, non volle tirare il suo calcio di rigore.

Il Liverpool temuto dai romanisti anche per “scaramanzia”

I Reds del Liverpool sono forse la squadra, sulla carta, meno pericolosa del lotto ma inevitabilmente il nome riporta alla mente dei romanisti la notte del 30 maggio 1984, quando i sogni champions si infransero a 11 metri dal traguardo.

La squadra di Jurgen Klopp ha corsa e talento, ha eliminato una delle favorite (il City) e può contare sulla stagione da urlo di Mohammed Salah: per l’ex giallorosso 39 gol e 13 assist in 44 partite, che ne fanno uno dei cecchini più temuti d’Europa.

Di contro, il Liverpool, in Premier come in Champions, ha vissuto una stagione con alti e bassi, ha un attacco super nonostante la partenza di Coutinho (con l’egiziano ci sono Firmino e Manè) ma una difesa non fortissima, che ha perso per infortunio anche il centrale camerunense Matip e incassato finora 49 reti.

 

Le semifinaliste di Europa League

Sorteggiate anche le semifinaliste di Europa League, tra le quali non c’è la Lazio protagonista sfortunata dell’eliminazione di Salisburgo.

E proprio il Salisburgo affronterà il Marsiglia, mentre l’altra semifinale è Arsenal-Atletico Madrid.

L’andata si giocherà giovedì 26 aprile, il ritorno il 3 maggio.

 

 

Finalissima a Kiev il 26 maggio

La finalissima in programma il 26 maggio. Prima però, bisogna passare per le semifinali.

Oggi, a partire dalle 13 presso la sede dell’Uefa di Nyon, in Svizzera (diretta tv su Mediaset e sul sito dell’Uefa), si conosceranno le sfide della semifinale.

L’unica italiana rimasta in lizza, la Roma, potrebbe trovarsi di fronte il Liverpool. I giallorossi avrebbero così l’occasione di giocarsi la rivincita della finale di Coppa dei Campioni del 1984, vinta dai Reds all’Olimpico di Roma ai calci di rigore.

Il calendario delle semifinali

Le semifinali d’andata si disputeranno martedì 24 e mercoledì 25 aprile con il fischio d’inizio dei match previsto per le ore 20,45, mentre le gare di ritorno sono in programma l’1 e il 2 maggio a campi invertiti. La finale invece sarà sabato 26 maggio allo Stadio Olimpico di Kiev, in Ucraina.

La delusione della Lazio a Salisburgo

Finisce fuori dall’Europa League nella maniera più inattesa la Lazio, che aveva vinto a Roma col Salisburgo 4-2 ed era anche passata in vantaggio nella partita di ritorno con un gol di Immobile.

Sembrava fatta e invece no. È arrivata la catastrofe sportiva. Con tre gol in quattro minuti, il Salisburgo ha battuto la Lazio 4-1 conquistando la semifinale di Europa League. Vanno avanti anche il Marsiglia, 5-2 al Lipsia, l’Arsenal, che ha pareggiato 2-2 a Mosca, e l’Atletico Madrid, anche se sconfitto a Lispona dallo Sporting 1-0.

Inzaghi: “Ci servirà di lezione”

Alla vigilia del derby della Capitale, il ko di Salisburgo fa ancora più male.

Inzaghi cerca qualche attenuante alla socncertante prestazione. “Abbiamo subito due autoreti, ma nel calcio ci sta.

È stata una bellissima cavalcata, l’ho condivisa con i ragazzi ed i tifosi. La semifinale era lì a un passo, ma il Salisburgo ha meritato il passaggio del turno. Questa serata ci servirà di lezione”. Simone Inzaghi sintetizza così – a Sky Sport – la delusione per l’eliminazione della Lazio dall’Europa League, al cospetto di un avversario capace di ribaltare la sconfitta dell’andata, anche dopo essere passato in svantaggio sul proprio campo.

La Lazio alla vigilia attendeva una vittoria “facile”

Stasera, alle 21.05, c’è uno spicchio della partita di Europa League tra Salisburgo e Lazio anche, in chiaro, su tv 8.

Mentre la partita sarà trasmessa in diretta su Sky Sport e Sky Calcio 1, ci sarà in chiara su Tv8 la diretta gol di tutte le partite di Europa League.

Così il calcio sarà protagonista su Tv8, visibile anche in streaming sul sito ufficiale dell’emittente: alle 21 Diretta Gol Europa League con particolare attenzione a Salisburgo-Lazio.

La squadra di Simone Inzaghi all’andata, al termine di una spettacolare partita, vinse 4-2. Stasera le basta un pareggio per accedere alle semifinali di Europa League.

Il ritorno dei quarti di finale di Europa League prevede in cartellone, oltre Salisburgo-Lazio, anche CSKA Mosca-Arsenal, Sporting Lisbona-Atletico Madrid e Marsiglia-Lipsia.

Qui i gol dell’andata di Lazio-Salisburgo giocata all’Olimpico di Roma.

Finale di partita thriller ieri sera a Madrid

Finale di partita thriller, ieri sera, al Santiago Bernabeu di Madrid per il ritorno dei quarti di finale di Champions tra il Real e la Juventus.

Andiamo ai minuti finali: siamo già nei tempi di recupero, oltre il 90°, con i bianconeri in vantaggio 3-0, grazie alla terza rete di Mauitidi (complice il portiere madrileno) dopo la doppietta di Mandzukic.

A quel punto lo sbocco naturale sarebbero stati i supplementari, ma i blancos trovano un rigore concesso con mano generosa dall’arbitro.

Protesta Buffon con veemenza, ma non è colpevole del fallo che è di Benatia. Comunque viene espulso, forse alla sua ultina partita di Champions League. Tocca a freddo al portiere di riserva Scezny di cercar di parare il tiro dal dischetto di Cristiano Ronaldo (nella foto qui sopra).

Non ci riesce. La partita finisce 3-1 e il Real va in semifinale, dove troverà Liverpool, Roma e Bayern Monaco.

Sconfitta immeritata per la squadra di Allegri, che probabilmente la qualificazione l’ha persa con il 3-0 subito a Torino.

La furia di Andrea Agnelli: “Ci vuole la Var”

Vivacissime le proteste della Juve e di Andrea Agnelli, che chiede con forza l’uso della Var anche in Champions League.

“Oggi ci sono tanti Paesi – ha ggiunto il presidente della Juve – che hanno implementato la Var, penso a tanti episodi che hanno penalizzato le squadre italiane: il processo di accelerazione della Var nelle coppe va accelerato.

Qua si tratta di andare avanti dopo avere ampiamente meritato, non di vincere o di perdere. Qualche riflessione sul designatore degli arbitri Pierluigi Collina e sulla sua evidente vanità va fatta, un designatore che ha una responsabilità così alta va cambiato”.

Nella sostanza il numero 1 del club bianconero accusa Collina di non favorire le squadre italiane, anzi di danneggiarle.

È curioso vedere la Juve che fa la parte della vittima dei torti arbitrali, fanno notare molti tifosi delle altre squadre.

 

Grande partita della Juventus

Grande paertita della Juventus a Madrid contro il Real nella partita di ritorno die quarti di finale di Champions. A sorpresa i bianconeri di Allegri (stasera in giallo, come mostrano le foto) conducono con due gol di vantaggio alla fine del primo tempo (ma la Juve aveva perso a Torino 3-0 all’andata).

Comunque sfida per la semifinale di Champions riaperta con due gol di Mandzukic: al 2° e al 27° del primo tempo. La diretta è in chiaro su Canale 5.

 

La Juve sulla scia della Roma

Dopo la grande vittoria della Roma contro il Barcellona di ieri sera, oggi tocca alla Juventus che a Madrid affronta il Real nella partita di ritorno dei quarti di finale di Champions.

All’andata – a Torino – finì 3-0 per i blancos di Zidane. Anche questa sfida si potrà vedere in chiaro partita su Canale 5, rete ammiraglia Mediaset e su Premium Sport a partire dalle 20.45.

L’altra partita tra Bayern Monaco e Siviglia sarà su Premium Sport.

La finale Roma-Liverpool del 1984

Assieme alla Roma si è già qualificato il Liverpool di Klopp, che ha eliminato il Manchester City di Guardiola. Ci potrebbe anche essere, dopo il sorteggio, una semifinale Roma-Liverpool che ricorderebbe il passato, il 1984 per l’esattezza, quando le due squadre si affrontarono in finale a Roma. E vinsero gli inglesi, dopo i calci di rigore. I supplementari erano finiti sull’1 a 1.

Nella foto in basso la conferenza stampa del difensore juventino Chiellini a Madrid.

Impresa della Roma all’Olimpico

Impresa della Roma all’Olimpico nella partita di ritorno dei quarti di finale di Champions contro il Barcellona.

I giallorossi sembravano finiti dopo la prima partita giocata a Barcellona e vinta per 4-1 dai padroni di casa.

Ma stasera la squadra di Eusebio Di Francesco ha giocato una partita aggressiva e perfetta. Subito ha rotto l’equilibro con un gol nei primi minuti di Dzeko, poi ha ottenuto e trasformato un rigore con il capitano e Rossi.

Infine, nel secondo tempo, ha concluso l’opera con una rete di Manolas (nella foto in basso): 3-0 e qualificazione alla semifinale di Champions per i giallorossi, obbierttivo insperato alla vigilia e con il pubblico dell’Olimpico in delirio.

Sugli spalti Totti e Cassano osservatori speciali di questa straordinaria impresa.

Sottotono il Barcellona e Messi

Il Barcellona, stasera, è apparso completamente sottotono. Ha pensato di vivere di rendita sul risultato dell’andata e, quando si è svegliato, ha dovuto accorgersi che era troppo tardi.

Stesso discrso per Messi, mai nel vico dell’azione e forse non in perfette condizioni fisiche, visto come si è mosso.

A segno per i giallorossi Dzeko al 6° del primo tempo, De Rossi su rigore al 13° del secondo tempo e, infine, Manolas al 37°.

Mediaset ha concesso la visione in chiaro

Torna la Champions e Mediaset, che detiene i diritti fino a fine stagione, manda in chiaro le partite delle 2 squadre italiane. La sfida dell’Olimpico tra Roma e Barcellona (4-1 per i blaugrana all’andata) sarà trasmessa alle 20.45 di oggi, martedì 10 aprile, su Canale 5 e su Premium Sport.

L’altra super gara della serata tra Manchester City-Liverpool è invece su Premium Sport 2 (20.45).

 

 

L’Europa League

Le altre partite di Europa League vanno invece solo sul satellite. Ecco allora che Salisburgo-Lazio (in programma giovedì 12 aprile alle 21.05) sarà trasmessa da Sky Sport 1 e Sky Sport Calcio. Stesso discorso per tutte le altre gare Marsiglia-RB Lipsia (Sky Sport3 e Sky Calcio 2) ; Sporting CP-Atletico Madrid (Sky Calcio 3); CSKA Mosca-Arsenal (Sky Calcio 4).

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto