Quarantenne ridotta in schiavitù per 20 anni, due arresti nel reggino

Una donna di 40 anni sarebbe stata in balia di due aguzzini per oltre 20 anni. I due l’hanno tormentata, usandole violenze, fisiche, sessuali e morali, d’ogni genere.

Due persone R.R. di 70 anni, di Cittanova, e F.R.D., di 55, di Polistena, sono stati arrestati dagli agenti del Commissariato di Ps di Gioia Tauro con l’accusa per il settantenne di riduzione in schiavitù e per l’altro di atti persecutori.

Ordinanza del Gip di Reggio Calabria

Gli arresti sono stati fatti in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Gip di Reggio su richiesta della Procura.

A fare scattare le indagini, inizialmente avviate dalla Procura di Palmi e poi passate per competenza a Reggio, è stata la denuncia della donna.

Un finto sociologo

Sono emersi così gli abusi perpetrati soprattutto da R.R. che, dal 1998, spacciandosi per sociologo avrebbe approfittato della condizione di fragilità psicologica della donna, creando una situazione di soggezione psichica. La donna sarebbe stata costretta anche ad un’interruzione clandestina di gravidanza.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto