Anticipo di primavera con massime fino a 15 gradi, ma torna lo smog al Nord

Settimana anomala dal punto di vista meteo. Dopo essere stati in rotta di collisione con irruzioni di origine artica sia dal Polo Nord che dal versante atlantico, sull’Italia e in Europa nascerà un vero e proprio “mostro” di alta pressione in risalita da sud-ovest (tra l’Arcipelago delle Azzorre e l’Africa) pronto ad occupare buona parte del Vecchio Continente. Così, fanno sapere gli esperti del sito IlMeteo.it, anche la nostra Penisola si troverà sotto la protezione offerta da questo enorme scudo anticiclonico.

Primi tepori

Fino a venerdì, inoltre, al Centro-Nord “cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso” e con temperature “durante il giorno fino a doppia cifra, con punte massime di 15 gradi sulla Sardegna”. Infine tra 15, 16 e 17 febbraio, “al momento, non sono previste grosse variazioni, con bel tempo da Nord a Sud e temperature leggermente sopra media, in particolare al Centro-Nord”.

Il fenomeno

L’effetto negativo è lo scarso ricambio dell’aria e un inevitabile ristagno negli strati bassi dell’atmosfera. Questo genere di evento si manifesta sulla aree pianeggianti dove, “col passare dei giorni, l’aria diventerà sempre più satura fino a provocare non solo le classiche foschie e nebbie, ma soprattutto un sensibile peggioramento della qualità dell’aria con serie conseguenze per la nostra salute specialmente in zone come il Piemonte, la Lombardia, l’Emilia. I gas inquinanti rimangono sospesi nell’aria proprio ad altezza uomo”, dicono gli esperti, avvisando che questa situazione peggiorerà nei prossimi giorni.

Le zone più inquinate

A partire soprattutto da venerdì e per tutto il fine settimana, “le pianure del Nord e alcune aree interne del Centro dovranno fare i conti con il grave pericolo dello smog e dell’inquinamento che comincerà a divenire sempre più elevato in particolare all’interno delle grandi città come Torino, Milano, Bologna e a scendere anche Firenze e Roma”.

Torna il freddo: piogge e vento al Centro-Sud, ma da oggi il tempo migliora, le notizie precedenti

L’inverno? Sta tornando. Alle porte infatti – causa una veloce perturbazione collegata a un vortice di bassa pressione attualmente sui Balcani – ecco arrivare un’ondata di freddo. Ci attende dunque una giornata all’insegna del maltempo con piogge, temporali, neve e forti raffiche di vento. Il team del sito IlMeteo.it comunica che, partendo dal Nord, la rotazione dei venti dai quadranti Nord-occidentali favorirà un rapido e generale miglioramento del tempo con numerose schiarite le quali si imporranno con decisione su tutte le regioni salvo una residua variabilità concentrata solo sui settori montuosi e sull’estremo Nord Est.

Da oggi migliora

Ma Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito ilmeteo.it, avvisa che la perturbazione esaurirà la sua energia nel corso della giornata di martedì 12 febbraio con fenomeni residui nella prima parte del giorno limitati al Salento, al sud della Calabria e sui settori centro orientali della Sicilia. Nello stesso giorno la pressione aumenterà decisamente su tutto il Paese, riportando tempo stabile e ampiamente soleggiato per molti giorni, ma anche una temporanea irruzione di aria più fredda (tra martedì e giovedì) che provocherà un calo termico soprattutto di notte, quando torneranno le gelate al Nord; 5-6°C in meno invece al Sud, specie di giorno.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto