Sposarsi il 14 febbraio: romantico, ma più elevata la probabilità di divorzio

Sposarsi nel giorno di San Valentino. Un’idea che può sembrare molto romantica, ma che in generale non sembra far tanto bene alla “salute” del matrimonio. Le coppie che scelgono questa data per dirsi il fatidico sì hanno più probabilità di divorziare. È quanto emerge da una ricerca guidata dall’Università di Melbourne, in Australia, pubblicata sulla rivista Journal of Population Economics.

+37%: la percentuale delle rotture

La ricerca, che ha esaminato oltre 1,1 milioni di matrimoni olandesi, ha rilevato che il 6% dei matrimoni a San Valentino era fallito entro tre anni, rispetto alla media del 4%. Coloro che erano diventati marito e moglie il 14 febbraio avevano il 37% in più di probabilità di separarsi e il 45% in meno di probabilità di arrivare al terzo anniversario rispetto alle coppie il cui matrimonio si era celebrato in altri giorni.

In media meno di un anno

Indagando, i ricercatori hanno identificato un dato che potrebbe in qualche modo spiegare una possibile maggiore fragilità dei matrimoni nel giorno degli innamorati: le coppie sposate a San Valentino avevano più probabilità di aver vissuto insieme per meno di un anno. “La possibilità di sposarsi in una data speciale potrebbe aumentare l’attrattività del matrimonio”, si legge infatti nello studio, “e portare a impegni matrimoniali più rapidi e di qualità inferiore, in media, che potrebbero aumentare la vulnerabilità dei matrimoni che ne risultano”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto