Ultimo mese d’inverno, largo alla polenta: tre ricette semplici e gustose

Cosa c’è di meglio di un bel paiolo di polenta fumante per contrastare il freddo? Questo alimento si presta a numerose ricette, oltre a essere nobile in fatto di nutrienti. Vi proponiamo tre differenti modi per gustarla al calduccio: una a base di farina da cuocere con metodo tradizionale; una a base di polenta già cotta; una a base di polenta a cottura istantanea.

Polenta taragna valtellinese: farina da cuocere tradizionalmente

Ingredienti per 4 persone: 2 litri di acqua, 400 grammi di burro, 330 grammi di farina di grano saraceno, 150 grammi di farina di mais, 800 grammi di formaggio del tipo “Valtellina Casera DOP” semigrasso, sale quanto basta.

Dopo aver portato l’acqua a ebollizione in un paiolo – meglio se di rame – si aggiungono “a pioggia” entrambe le farine precedentemente mesciate e si lascia cuocere per circa 1 ora, fino a ottenere la giusta consistenza della polenta; rimescolando spesso con un mestolo di legno. A coltura ultimata, si aggiunge dapprima il burro quindi il formaggio a tocchetti. Si rimescola fino a completo scioglimento degli stessi. Quando la polenta, rimescolando, si stacca dai bordi del paiolo significa che è completamente cotta. Si allontana quindi il paiolo dalla fonte di calore e la si versa su un tagliere di legno; quindi la si serve molto calda.

La polenta taragna – il termine “taragna” significa rimescolare, come occorre fare durante la sua preparazione – così ottenuta viene servita accompagnata da carne alla piastra o da spezzatino.

Polenta fritta

Ingredienti per 4 persone: 400 grammi di polenta già cotta, olio per friggere quanto basta, pepe (facoltativo).

Dopo aver tagliato la polenta in fette dello spessore di circa 1 centimetro, si ricavano dei quadratini di circa 5 centimetri per 5. Si versa in una padella una quantità di olio sufficiente per la frittura e la si fa riscaldare sul fuoco. Appena l’olio ha raggiunto la giusta temperatura – 180 gradi – vi si immergono i quadratini di polenta, facendoli dorare per 10 minuti circa e rigirandoli più volte. Appena tolti dal fuoco, i quadratini vengono quindi avvolti e premuti delicatamente nella carta assorbente. Dopo avervi eventualmente spolverato sopra del pepe macinato, la polenta viene servita calda.

Quiche di polenta

Ingredienti per la polenta: 185 grammi di farina di mais integrale per polenta istantanea, 40 grammi circa di olio extravergine di oliva, sale quanto basta, 750 grammi di acqua. Ingredienti per il ripieno: 130 grammi di funghi qualità porcini, 3 uova, 250 grammi di panna liquida da cucina, 50 grammi di parmigiano grattugiato, 120 grammi di spinaci.

Preparazione della polenta: dopo aver portato a ebollizione l’acqua in un recipiente capiente, si sala, si versano circa 10 grammi di olio di oliva e, a pioggia, la farina di mais. La polenta, durante la cottura per circa 8 minuti a fuoco lento, va rimescolata costantemente con un cucchiaio di legno. A cottura ultimata la polenta così ottenuta va adagiata delicatamente su una telia, precedentemente oliata sia sul fondo sia sul bordo con un pennello da cucina. Per rendere la polenta più compatta possibile la si può spalmare con l’aiuto di una spatola. A questo punto si pone la teglia in frigorifero per 15 minuti, per far rassodare la polenta. Questo tempo servirà per la preparazione del ripieno che vi verrà adagiato sopra. Al riguardo, si lavano accuratamente gli spinaci e li si fanno scottare in una pentola con il coperchio sul cui fondo sono stati versati 20 grammi di olio.

Gli spinaci scottati vengono quindi messi su un piatto. Dopo avervi tolto il terriccio e lavato accuratamente i funghi porcini, li si tagliano a fettine di circa 1 cm. Li si versano quindi in una padella in cui erano stati versati 10 grammi di olio, cuocendoli per 3 minuti. A cottura ultimata, i funghi vengono adagiati su un piatto e messi da parte. A questo punto, in una ciotola a parte si sbattono le uova con un frusta, aggiungendo il parmigiano grattugiato, la panna liquida e un pizzico di sale. Il composto così ottenuto viene quindi versato e stesa uniformemente sulla polenta stesa sulla teglia precedentemente tolta dal frigorifero. Sopra il composto steso si adagiano gli spinaci e i funghi, formando un disegno a piacere (per esempio incrociati fra loro come le striscie di pasta sulla crostata).

La teglia viene quindi posta in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti. A cottura ultimata, la quiche è pronta per essere servita ben calda.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto