Caccamo sbanca a sorpresa Sanremo giovani (video)

È da poco scoccata la mezzanotte quando arriva il primo vincitore del 65° Festival di Sanremo. E la vittoria tocca a Giovanni Caccamo (nella foto con i premi), con il 56% dei voti. Al ragazzo siciliano, che a 24 anni vanta anche una collaborazione con Franco Battiato, vanno anche due riconoscimenti molto ambiti: il premio della critica, dedicato a Mia Martini e quello della sala stampa, intitolata a Lucio Dalla.

Questo è il video di Ritornerò da te, la canzone con cui ha vinto.

 

Battuti a sorpresa i KuTso

I KuTso, che sono un gruppo romano, molto apprezzato dalla critica, presentano Elisa e – per sorteggio – nella finalissima cantano per primi. Dopo aver vinto nel corso del pomeriggio il premio dell’Assomusica (Associazione Italiana Organizzatori e Produttori di Spettacoli Musicali dal Vivo) 2015, erano attesi alla vittoria finale. Ma non è andata così.

Il vincitore è il siciliano Giovanni Caccamo (è di Modica) suona al pianoforte Ritornerò da te, una bella canzone che si è scritto da solo.

Erano otto le Nuove Proposte ammesse a questo Festival della canzone italiana.

 

 

La sfida finale con il siciliano Caccamo

La sfida per la vittoria finale per le Nuove proposte di Sanremo è tra il gruppo dei KuTso e Giovanni Caccamo. È il primo verdetto della quarta serata del Festival. Il vincitore sarà designato nel corso della serata.

I KuTso non hanno rinunciato alla loro goliardica provocazioncella.

Il chitarrista della band, Donatello Giorgi, si era presentato con un abito di fiori di plastica colorati. Nella quarta serata si è esibito in accappatoio fucsia e pantofole di spugna dentro una finta doccia indossando la maschera di Carlo Conti. “Che scherzo del KuTso”, ha commentato il conduttore.

aaadoccia

I KuTso (nella bella foto grande in apertura e qui sopra con la trovata di Giorgi) sembrano favoriti, anche perché hanno già avuto il premio dell’Assomusica (Associazione Italiana Organizzatori e Produttori di Spettacoli Musicali dal Vivo) 2015.

“Il riconoscimento – afferma la nota stampa – premia l’originalità e la capacità di saper emozionare mostrata dai KuTso sul palco dell’Ariston ed è andato in passato ad artisti come Rocco Hunt, Arisa, Nina Zilli, Raphael Gualazzi, Marco Guazzone e il Cile, che si sono aggiudicati il Premio nelle precedenti edizioni”.

In semifinale i KuTso hanno battuto la brava Amara con un notevole distacco, mentre Caccamo ha superato solo di pochi punti il rivale Nigiotti.

aaacaccamo

Ma Caccamo (nella foto qui sopra), arrivato col suo pianoforte in finale dopo una dura selezione, venderà cara la pelle.

 

Serata di premi e di esclusioni

Serata di premi e di esclusioni la quarta del 65° Festival di Sanremo. Stasera i Giovani avranno un vincitore, mentre tra i 20 big – che torneranno a esibirsi tutti – quattro dovranno lasciare la città dei fiori senza partecipare alla finalissima di domani sera.

Nina Zilli è tra le favorite, ma molte simpatie vanno anche a Malika Ayane.

A rischio eliminazione Alex Britti e Anna Tatangelo, anche se nessuno ci crede.

 

aaaasamantha

Samantha non era in diretta…

La prima polemica di questo Festival riguarda il collegamento di ieri sera con l’astronauta Samantha Cristoforetti.

Non era in diretta dallo spazio, come si è lasciato credere, perché l’intervista era stata registrata.

La Nasa non obbedisce ai nostri tempi – hanno detto gli organizzatori quando sono stati scoperti con le… mani nel sacco.

Ma la Nasa non obbliga neppure Carlo Conti a dire le bugie, come ha fatto tacendo la verità a più di 10 milioni di telespettatori.

 

Un’astronauta simpatica

Comunque la prima astronauta italia nella storia è decisamente simpatica.

“Sono al giorno 81 della mia missione e con un po’ di inquietudine mi avvicino a metà strada”, ha detto la Cristoforetti.

E aggiunge: “Da quassù si è più consapevoli del legame particolare con la Terra nel suo complesso, questa fragile Terra che alla fine è la nostra astronave che ci porta tutti nello spazio: dobbiamo averne cura perché un’altra non l’abbiamo”. Poi la domanda sulla canzone proferita, “quella con cui mi sveglierò domani: Luce di Elisa”. Intanto il suo microfono “danzava” in assenza di gravità. Notevole anche il fatto che la pilota non abbia voluto sfruttare il collegamento televisivo epr salutare amici e parenti: “Saluto tutti quelli che mi vedono”; ha detto con orgogliosa consapevolezza del suo ruolo nello spazio.

 

 

 

Prima i 4 giovani in semifinale

Tornano sul palco i quattro Giovani rimasti in gara, per la semifinale, con la sfida diretta tra due coppie (sottoposte a televoto, giuria degli esperti e giuria demoscopica, rispettivamente con un peso del 40%, 30% e 30%) e poi la finale a due (sempre con voto tripartito).

Risultato, il primo verdetto del festival con la proclamazione del vincitore delle Nuove Proposte.

 

aaaannat

Tutti e 20 i big in gara, 4 eliminati

Di nuovo in campo anche tutti e 20 i big (con televoto, giuria degli esperti e giuria demoscopica, rispettivamente con un peso del 40%, 30% e 30%).

Dalla media ponderata delle varie votazioni verrà stilata la graduatoria: gli ultimi 4 Big saranno eliminati, gli altri 16 passeranno alla finalissima di domani sera.

Anna Tatangelo – che nella foto qui sopra mostra il suo bellissimo decolleté – dopo le prime serate era tra i big a rischio eliminazione. Vedremo se nelle ultime 48 ore ha riguadagnato posizioni.

 

aaaaabianca

Le mutandine di Bianca Atzei

Molto chiacchierato, ieri, anche il look di Bianca Atzei, di cui oggi si è parlato sui siti e su diversi media per l’intera giornata.

aaaabianca

La cantante si misura con “Ciao amore ciao”, la canzone “bocciata” di Luigi Tenco, che l’avrebbe spinto al suicidio proprio a Sanremo. Manco a dirlo Ciao amore ciao – che non è un brano da festival, anche se è bellissimo – viene nuovamente bocciata, nonostante la mise della cantante che mette in mostra le mutande (nella foto).

C’è chi dice – maliziosamente – che fossero trasparenti, ma forse era solo un gioco di luci…

 

aaaallevi

Stasera Allevi super-ospite

Il super-ospite della quarta serata del festival di Sanremo, che vedete nella foto, è il pianista Giovanni Allevi che – alla vigilia di San Valentino – eseguirà live al pianoforte, solo sul palco dell’Ariston, in anteprima tv assoluta, “Loving you”, una delle 13 tracce del nuovo album “Love”, nei negozi da pochi giorni.

 

Qui la videoclip di Loving you.

 

aaaaavirginia

Tra gli ospiti Virginia Raffaele (la finta Boschi…)

Ospite della serata all’Ariston anche il produttore e dj francese The Avener, per presentare il suo album di debutto “The Wanderings of The Avener”, in Italia il 24 febbraio, che contiene il singolo ‘Fade out lines’, già disco di platino in Italia.

Sul palco anche Virginia Raffaele, la Maria Elena Boschi della satira, che ha regalato anche celebri parodie di Belen Rodriguez e Francesca Pascale, fidanzata dell’ex Cavaliere.

 

Arriva anche il Ct Antonio Conte

il ct della Nazionale Antonio Conte, che – ospite della rubrica ‘Tutti cantano Sanremo’ – racconterà la playlist della sua vita.

 

Nuovo boom di ascolti per la terza serata

Nuovo boom di ascolti per il Festival di Carlo Conti. La terza serata, dedicata alle cover dei successi del passato, ha ottenuto in media 10 milioni 586.000 spettatori pari al 49,50% di share.

Netta la crescita, quasi 3 milioni e 15 punti di share rispetto alla terza serata del festival di Fabio Fazio (che non fu però quella dei duetti, 7 milioni 673 mila con il 34,94%).

 

Nek vince tra le cover

È stato Nek a vincere la serata del Festival di Sanremo dedicata alle cover con il brano Se Telefonando, cantata da Mina nel 1966.

Subito dietro si sono classificati Il volo con Ancora, Marco Masini con Sarà per te, Moreno con Una carezza in un pugno, Dear Jack con Io che amo solo te. Al vincitore è andato il garofano “cover” creato appositamente dai floricultori sanremesi per l’occasione.

 

L’anestetico di Arisa, ma è un analgesico

Nel corso della serata si è fatta notare Arisa, che ha fatto la parte della “svampita”, attribuendone la colpa a un anestetico che un medico le aveva prescritto dopo una caduta. La cantante-valletta ha fatto anche il nome del dottore davanti all’intera platea televisiva.

aaagambaletto

All’inizio non si vede, poi spiega di essere caduta (nel particolare della foto Ansa un gambaletto), sbaglia un paio di presentazioni e spiega di aver “preso dell’anestetico”.

Anestetico? – interviene preoccupato Conti – Sarà analgesico! “Ah, non è la stessa cosa? Be’, lo consiglio comunque a tutti”, replica Arisa sopra le righe. Il primo brivido è con il consueto collegamento al Tg1 delle 20. Carlo Conti giustifica l’assenza della cantante-valletta lucana con un “piccolo incidente”.

 

aaaaarisa

La cantante-valletta non scende le scale

Qualcuno pensa a un colpo di testa di Arisa, che in mattinata aveva detto spiegato le sue stranezze dicendo “ho le mie cose”. Il brivido si ripresenta quando, a festival appena iniziato, Conti chiama Arisa, ma dalle scale non scende nessuno.

Lei spunta poi dalle quinte, in un elegante abito lungo in velluto e raso nero e tacchi alti, lamentandosi e zoppicando leggermente. “Ahi, ahi”, esordisce e rivolgendosi al conduttore: “Caro Carlo, per festeggiare la terza serata ieri ho pensato bene di fare snowboard su 20 scalini e mi sono spezzata tutta quanta. Comunque teniamo duro, che fa figo e non impegna”, cinguetta con la sua vocina da cartone animato.

 

Un battibecco con Emma?

Incidente vero o finto? Dietro le quinte si mormora di qualche battibecco con la sua compagna di avventura Emma – e anche per questo motivo avrebbe licenziato la sua addetta stampa, troppo amica della salentina – e il dubbio aumenta quando arriva, leggermente in ritardo, sul palco per presentare trotterellando a passo veloce. Quando rientra per la cover di Annalisa, sbaglia, incespica. “Seee, ciao… Il medico mi ha dato dell’anestetico”. A prenderla un po’ giro arriva anche Emma: “Per risparmiare sui comici, chiamiamo il dottore di Arisa”. Altro intoppo sulla presentazione della cover di Grignani, che porta Ti sento, di Tenco. “Scritto nel 1970”. Peccato che Tenco sia morto, suicida, proprio a Sanremo nel 1967.

 

 

 

 

aaaspandau

Gli Spandau Ballet in promozione…

Soltanto in promozione del loro prossimo tour italiano, che inizia a marzo, gli Spandau Ballet, che hanno cantato sulle note dei loro pezzi più famosi.

Ma la loro esibizione ha provocato poche emozioni, sia all’Ariston che a casa.

 

 

aaaamatrimonio

Luca e Paolo banali sul matrimonio gay

Di dubbio gusto l’esibizione, dopo la mezzanotte, di Luca e Paolo sul matrimonio gay. Voleva far ridere, ma i due comici non ci sono riusciti.

 

I video delle cover

 

Qui potete vedere tutti i video delle cover della terza serata.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto