E-commerce: stop Antitrust a Techmania.it, mai consegnato il 33% dei prodotti

Dopo i casi Taostore.it, Kgegl, Moonlooker, Il mercato dell’affare e Zionsmartshop, siti per il commercio elettronico sanzionati rispettivamente dall’Antitrust per mancata consegna della merce e “comportamenti gravemente scorretti” verso i consumatori, ecco che arriva l’affaire Techmania. Per il quale l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha disposto la sospensione della vendita diretta di prodotti non disponibili.

Sconti su prodotti di marca dal 10 al 50%

Altro problema riscontrato a proposito del portale che vende materiale elettronico ha riguardato “addebito anticipato di corrispettivi per prodotti che non risultino in giacenza nei magazzini dell’impresa o comunque non siano pronti per la consegna”. La storia, raccontata da Barbara Cataldi sull’edizione oggi di edicola del Fatto quotidiano e ripresa su Internet, riguarda una società che fattura 10 milioni di euro con prodotti di marca, come Apple e Samsung, venduti con sconti notevoli, dal 10 al 50% rispetto agli altri rivenditori. Troppo bello per essere vero? Sì, almeno nel 33% dei casi.

“Oltre 5 mila clienti hanno pagato senza ricevere nulla”

È questa infatti la percentuale delle consegne che non sarebbero andate a buone fine, secondo le rilevazioni dell’Antitrust, che in termini assoluti parla di 18 mila vendite e di 6 mila prodotto che non sono mai stati recapiti ai consumatori. Ma – sottolinea il quotidiano diretto da Marco Travaglio – sono solo “807 i casi di rimborso contabilizzati. Questo significa che oltre 5 mila persone avrebbero pagato senza ricevere nulla”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto