Made in Italy, All’Expo il pecorino anticolesterolo

È buono come quello classico, è 100% made in Italy, ma è anticolesterolo. È il primo pecorino “salutista”, presentato in questi giorni all’Expo di Milano, e viene prodotto sia in Toscana che in Sardegna.
Rispetto al tradizionale non contiene solo meno grassi, ma è ricco di quei componenti che aiutano ad abbassare il cosiddetto colesterolo “cattivo”, e che fino a ieri, tra i prodotti lattiero caseari, trovavamo solo in alcuni tipi di yogurt.

 

Il segreto? Il mangime a base di semi di lino
Il suo nome è Cladis, che deriva dalla sigla Cla, acido linoleico coniugato, un acido che contribuisce a proteggere l’organismo dalle malattie cardiovascolari. È stato brevettato dal caseificio di Carlo Santarelli in Toscana a seguito di una collaborazione con l’università di Pisa e di Cagliari. Come si è arrivati al pecorino anticolesterolo? Gli studiosi sono partiti dagli allevamenti di pecore e per trenta mesi hanno sperimentato un mangime speciale, alimentando gli animali con semi di lino.
I test successivi hanno confermato l’efficacia di questo alimento:  Cladis è davvero in grado di abbassare i livelli di colesterolo.

 

In vendita anche sul web
Lo stesso prodotto viene commercializzato anche in Sardegna, con il nome Cla, dal caseificio Argiolas di Dolianova, in provincia di Cagliari.
Entrambi i pecorini della Toscana e della Sardegna si trovano nelle principali catene di supermercati o su alcuni siti e-commerce, tra cui quello dell’azienda sarda.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto